ECCELLENZA | TESTA A TESTA REGGIOMED-CORIGLIANO, TORNA A VINCERE IL SIDERNO

283

Quinta giornata in archivio per il campionato di Eccellenza con le prime due della classe Reggiomediterranea e Corigliano a tentare una mini fuga, mentre dietro arranca il Cotronei. Osservato su tutti i campi un minuto di silenzio per le vittime del nubifragio che ha colpito giovedì scorso la Regione.

SCALEA – REGGIOMEDITERRANEA 1-2

La Reggiomediterranea continua a godersi il suo momento d’oro. I reggini non ne vogliono proprio sapere di mollare la presa e sul difficile campo di Scalea portano a casa la quinta vittoria consecutiva. La squadra del presidente Leo passa in vantaggio con Dascoli al minuto 9 del primo tempo. Martinez riporta poi i baincostellati di Scalea in parità. Il nuovo equilibrio dura fino all’eurogol di Zampaglione nella ripresa per ild efinitivo 1-2. La Reggiomediterranea avverte a distanza il Corigliano che sperava nel primo passo falso dei reggini: Diaz e compagni sanno come mantenere la prima posizione. E domenica prossima aspettano l’Acri per centrare il super pokerissimo.

ACRI – CORIGLIANO 0-2

Più complicata del previsto la trasferta di Acri per il Corigliano, sorpreso da un Acri grintoso e battagliero. Le occasioni più importanti del primo tempo sono infatti dei padroni di casa che, con ripartenze brucianti, sciupano con Meta, Ferraro e Scalese. Gli ospiti invece sono abili a sfruttare la prima chance a disposizione e al 42′ Cosenza, sulla seconda ribattuta su calcio di punizione di Foderaro, batte Agliuzza. Proteste dell’Acri per la non chiara posizione di fuorigioco di tre giocatori avversar (foto). Al 7′ della ripresa ancora un palla inattiva fatale per l’Acri con Piemontese che insacca all’angolino basso. D’Amico poi, colpo di testa su punizione di Scalese, si divora la rete che poteva riaprire la partita. L’Acri perde ancora ma stavolta dà prova di coraggio e porta a casa la prima buona prestazione della stagione, come sottolineato dal tecnico Delogu a fine gara. Meno brillante del solito invece la prova degli uomini di De Feo.

BOCALE – COTRONEI 2-0

Dopo tre vittorie e un pareggio, il Cotronei cade sull’ostico campo della neo promossa Bocale e perde il treno delle prime due. Equilibrato e combattuto il primo tempo, chiuso sullo 0-0. Le resistenze della squadra crotonese crollano nella ripresa. Il principale condottiero del Bocale risponde al nome di Adriano Puccinelli, autore della doppietta che vale i tre punti e la seconda vittoria per un Bocale sempre più in evidente crescita. La squadra del presidente Cogliandro aggancia il Trebisacce al quinto posto a quota 8. Successo dedicato al odttor Pellicanò, commemorato prima del match. Per il Cotronei matura invece la prima sconfitta stagionale. Domenica prossima con l’olympic Rossanese si può recuperare. 

OLYMPIC ROSSANESE – PAOLANA 2-0

Dopo le ultime due sconfitte, che avevano forse fatto tremare la panchina di Pascuzzo, l’Olympic Rossanese riprende la sua marcia a spese della Paolana battuta 2-0. La squadra rossoblù ritrova sicurezza e determinazione e inibisce l’avversario nei suoi punti di forza. Match winner di giornata Margiotta che segna una rete per tempo. E l’Olympic Rossanese, approfittando del pareggio interno del Trebisacce, è la nuova momentanea quarta forza del campionato. La Paolana di Perrotta fa invece i conti con la seconda sconfitta stagionale. Domenica in casa contro il Sersale per riprendere il passo. 

TREBISACCE – BOVALINESE 1-1

Ottimo punto in trasferta per la Bovalinese che sul campo di Roseto Capo Spulico impone il pareggio al Trebisacce. L’acuto di Iervasi consente cosi agli amaranto di muovere la classifica contro una squadra, quella giallorossa, che si conferma di spessore.

Regna l’equilibrio nella prima parte tanto che l’unica occasione degna di note è di marca locale con Naglieri. Al 36′ però i reggini passano: Iervasi raccoglie un lungo lancio e con grande esperienza conclude a rete portando avanti i suoi. La reazione dei giallorossi è immediata: Naglieri trova un grande Stillitano, sulla respinta c’è Galantucci che però manca il bersaglio grosso. Pochi istanti dopo è Maio a impegnare severamente il bravo Stillitano che respinge anche questa insidia.

Nella ripresa però gli sforzi dei locali producono gli effetti sperati: sgroppata di Naglieri il quale fornisce l’assist a Galantucci che non sbaglia. Il match si mantiene sul alti livelli ma il risultato non cambia anche se negli istanti finali Miraglia dalla distanza fa tremare il palo della Bovalinese: finisce con un 1-1 che fa sicuramente più felici gli ospiti.

SERSALE – SORIANO 1-1

Dopo la vittoria di domenica scorsa, il Sersale non va oltre il pari in casa con il Soriano. La giovane squadra di Parentela passa in vantaggio per prima con la rete dell’esperto Scozzafava che trasforma su calcio di rigore. Il Soriano non demorde e con il gol di Laria ristabilisce la parità. Parità che resisterà fino alla fine. Sersale e Soriano non si fanno male ma stazionano ancora nella parte destra della classifica.

SIDERNO – GALLICO CATONA 2-0

Va al Siderno il derby della provincia contro il Gallico Catona. Un gol per tempo e la squadra biancoazzurra piega le resistenze dei ragazzi di Misiti che rimangono cosi al terz’ultimo posto in classifica.

Il Siderno ha il pallino del gioco in mano e trova il guizzo giusto alla mezz’ora con Cavallaro il quale coglie impreparato Pratticò. Ad inizio ripresa ci pensa il bomber Figliomeni a chiudere i conti con il Gallico Catona che nonostante i cambi non riesce a raddrizzare il match.

Il Siderno sale così a quota 6 agganciando Bovalinese e Sersale. Gallico Catona che sarà chiamato ad una reazione domenica prossima contro lo Scalea in uno scontro diretto.

ISOLA CAPO RIZZUTO – CUTRO 0-0

Il derby crotonese Isola – Cutro è l’unico risultato immacolato di giornata. Le due formazioni condividono gli stessi dispiaceri per una stagione partita in salita e che potrebbe farsi ancora più complicata. 

QUI RISULTATI E CLASSIFICA DOPO LA 4° GIORNATA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.