FURTO DI ENERGIA INTERVIENE SCELGO LOCRI

409

Il gruppo consiliare “Scelgo Locri”, preso atto delle dichiarazioni pubbliche rese dal sindaco, dott. Giovanni Calabrese, in merito al furto di energia elettrica perpetrato ai danni della società Enel s.p.a., anche al fine di manifestare in modo concreto il rispetto dovuto alle autorità inquirenti ed ai cittadini di Locri, non può esimersi dall’osservare quanto segue.

 

 Premesso che:

  • l’ente comunale sostiene di aver richiesto, più volte, all’Ente Gestore, l’erogazione della fornitura di energia elettrica per la contrada in questione e per altre contrade (non meglio specificate) munite di impianto elettrico ma sprovviste della fornitura per l’asserita, mancanza di regolarizzazione della fornitura da parte della società fornitrice;
  • sull’ente comunale grava un obbligo generale di continuo e costante controllo del territorio. Nell’ambito del Settore Tecnico comunale il sindaco ha inteso conferire ad un assessore la specifica delega all’illuminazione pubblica, indice questo di consapevolezza delle criticità del territorio e della necessità di un monitoraggio costante sulle procedure di manutenzione e nuova realizzazione degli impianti comunali;
  • secondo la precisazione effettuata dal sindaco, l’addebito del furto di energia sarebbe stato erroneamente rivolto all’Ente e sarebbe, quindi, più verosimilmente riconducibile ad un cittadino “filantropo” che per il bene di una intera contrada avrebbe commesso il furto di energia elettrica consentendo il funzionamento di circa 20 punti luce (come è precisato nelle osservazioni rese dall’Amministrazione);inoltre il sindaco,  si spinge a dichiarare la disponibilità dell’Ente a corrispondere il costo del consumo di energia alla parte offesa Enel;
  • il sindaco dichiara, inoltre, che sul territorio comunale vi sono altri impianti di pubblica illuminazione ed anche pompe di sollevamento che sarebbero stati “…realizzati e mai entrati in funzione a causa dei ritardi di allaccio da parte del gestore”.

             Tutto ciò premesso e considerato,

il gruppo Scelgo Locri, alla luce delle gravi dichiarazioni del sindaco, tali da non poter passare inosservate, manifesta la propria preoccupazione per quanto emerso,

                                       richiede

che il sindaco chiarisca e e specifichi quali sono le zone del territorio comunale i cui impianti pubblici di illuminazione e fognari sono mancanti di  fornitura elettrica  e a quale gestore è stata  inoltrata la richiesta di fornitura  di energia elettrica per quelle zoneprecisando sin d’ora che il gruppo di minoranza rivolgerà formale istanza all’Enel Distribuzione per ottenere la documentazione di riferimento e i chiarimenti circa lo stato in cui siano le eventuali procedure amministrative relative alle forniture oggetto di contestazione.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.