Locri (Rc): incontro Dibattito “IL COMUNE ‘DIGITALE’ E I PROFESSIONISTI” – IL SUEDI.

526

Si è tenuto presso la sala del Palazzo della Cultura di Locri, un importante e partecipato appuntamento, interamente dedicato all’istituzione del SUEDI: il nuovo strumento telematico per la presentazione on line delle istanze in materia di edilizia.

 

La parola SUEDI è l’acronimo di Sportello Unico per l’Edilizia Digitale Italiano ed indica una piattaforma digitale concepita con lo scopo di consentire la massima velocità, trasparenza e tracciabilità nella gestione delle domande di intervento edilizio, la cui trasmissione diventa esclusivamente telematica.
Lo Sportello Unico Digitale è di semplice utilizzo ed alla portata di tutti.
Difatti, nel corso dell’incontro di oggi, riservato alla formazione ed interazione con i Professionisti del settore, è stato possibile rendersi conto di come il dispositivo telematico sia stato elaborato accuratamente, proprio per rendere la consultazione estremamente intuitiva e per rispettare gli istintivi criteri di accessibilità.
Da quanto è emerso, analizzando la procedura di composizione delle istanze, lo Sportello Unico Digitale è realmente veloce e semplice, capace di guidare gli utenti passo passo, in tutte le fasi della compilazione on line, invitando a riempire le sezioni dei moduli in base alle informazioni progressivamente caricate.
Il sistema ingloba tutta la modulistica personalizzata nella Convenzione tra Stato e Regioni, per tale motivo il professionista potrà presentare pratiche in qualunque Comune della Calabria.
La sicurezza della procedura risiede nella garanzia che tutti i dati inseriti verranno controllati e validati in modo approfondito ed istantaneo sin dalle primissime operazioni, elemento che conferisce alla procedura affidabilità e funzionalità.
Mi sia consentito raccomandare, agli utenti professionisti, particolare collaborazione in questa delicata fase di transizione dal cartaceo al digitale, poichè lo Sportello diventerà a breve, per il settore edilizio, l’unico interlocutore obbligatorio tra le imprese, i Professionisti, i Cittadini e la Pubblica Amministrazione – pena il rigetto d’ufficio per tutte le istanze presentate in modalità cartacea – e l’esclusivo sistema di accesso alla presentazione e gestione di tutte quelle istanze inerenti la materia urbanistica.

Locri si posiziona così tra i primi Comuni dell’area jonica a dotarsi di questo eccezionale strumento digitale, che rappresenta un canale di interfaccia unico per conseguire le autorizzazioni inerenti la realizzazione degli interventi nel settore dell’edilizia, in assoluta trasparenza (caratteristica che costituisce un presidio imprescindibile nella prevenzione della corruzione).
Ammetto un personale entusiasmo nella presentazione di questo nuovo strumento tecnologico, dovuto non soltanto alla possibilità – come Assessore all’Urbanistica – di poter offrire ai Cittadini, in maniera veloce e funzionale, la riduzione dei tempi e dei costi delle filiere amministrative (inevitabili ed inutili file agli Uffici amministrativi ed inconcepibili quanto assurde lungaggini burocratiche) ovvero l’opportunità di seguire in itere la gestione della pratica, disponendo seduta stante dei principali aggiornamenti in materia, quanto, parimenti e soprattutto, all’occasione – come Assessore alle politiche Ambientali – di poter realizzare la dematerializzazione delle domande e degli archivi cartacei, con evidente attenzione e doveroso, accresciuto rispetto verso il territorio e l’Ambiente.

Rivolgo un particolare ringraziamento ai numerosi Professionisti che sono intervenuti oggi all’incontro.

Raffaele Sainato – vicesindaco di Locri

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.