Dom. Lug 3rd, 2022

È una di quelle storie che non vorremmo mai raccontare. Perché ad essere toccato è un uomo che porta la divisa, quindi dovrebbe difendere le leggi dello Stato e i cittadini. Ma le mele marce, si sa, sono un po’ dovunque, anche nei posti più impensabili, ed giusto che le istituzioni sappiano individuarle e rimuoverle come è avvenuto. Ebbene succede anche questo prometteva assunzioni facili e cancellazione delle infrazioni al codice della strada, in cambio di denaro e favori sessuali. Per questo motivo un assistente capo della Polizia di Stato in servizio in un distaccamento della polizia stradale nel reggino, è stato arrestato con le pesanti accuse di abuso d’ufficio aggravato e continuato, millantato credito continuato e tentata induzione indebita. Il fermo è stato eseguito dagli agenti del commissariato di polizia di Polistena, con l’ausilio del personale della polizia stradale di Reggio Calabria, su ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Palmi.

IL SERVIZIO ALL’INTERNO DEL TEGNEWS

redazione@telemia.it

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI