Sab. Gen 16th, 2021

L’operazione “Lex”, procedimento contro le cosche di Laureana di Borrello, si è concluso per gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato, con 14 condanne e 5 assoluzioni. Per il resto degli imputati si sta procedendo con rito ordinario presso il Tribunale di Palmi.Marco Ferrentino è stato condannato a 20 anni di carcere, Francesco Ferrentino a 14 anni, Alberto Chindamo 13 anni e 4 mesi,Gianfranco Bruzzese 2 anni, Giovanni Sibio10 anni e 8 mesi, Francesco Lamanna 11 anni, Antonio Digiglio 11 anni, Albino Marafioti 11 anni e 4 mesi, Pasquale Pettè 2 anni, Alessio Ferrentino 13 anni e 4 mesi, Giuseppe Dimasi Dimasi (collaboratore di giustizia) 6 anni e 1 anno per Roberto Furuli (collaboratore di giustizia). Assolti, invece, Lamanna Antonello, accusato di essere componente della cosca Ferrentino, Pettè Tiziana, accusata di essere componente della cosca Ferrentino, Ciancio Francesco, accusato di danneggiamento aggravato dalle modalità mafiose, Piromalli Vincenzo e Alessio Ferrentino, accusati di essere componenti della cosca Ferrentino. Tra i processati ci sono l’ex assessore al comune di Laureana, accusato di essere il collegamento tra la politica e i clan e l’avvocato Domenico “Nico” Chindamo. La sentenza è in linea con quanto richiesto dal sostituto procuratore della Distrettuale antimafia di Reggio Calabria, Giulia Pantano.

Manuela Mammone

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.