Gio. Ago 11th, 2022

“DOBBIAMO RIVENDICARE E RIPRENDERCI L’AUTONOMIA. LA PARTECIPAZIONE E’ LIBERA CHIUNQUE PUO’ PARTECIPARE AL SIT-IN. I SINDACATI DEVONO FARSI VEDERE”.

E’ DURATO UN’ORA ED UN QUARTO CIRCA L’INCONTRO DEI SINDACI CON LE ASSOCIAZIONI PER IL SIT IN PERMANENTE DI SABATO 20 OTTOBRE DALLE ORE 9,30 ALLE 12,30 DAVANTI ALL’OSPEDALE DI LOCRI.

LA RIUNIONE SI E’ TENUTA PRESSO IL COMUNE DI SIDERNO PRESIEDUTA DAL FRANCO CANDIA, AFFIANCATO DAL SINDACO DI LOCRI GIOVANNI CALABRESE E DAL SINDACO DI BIANCO ALDO CANTURI.

UNDICI I PUNTI PRINCIPALI INDIVIDUATI DAI SINDACI PER CONTINUARE LA LOTTA A DIFESA DEI DIRITTI DEI CITTADINI E PER COSTRUIRE IL FUTURO:

1- Costituzione di un’unità strategica per l’ospedale di Locri
2- Un Ospedale “Spoke” a tutti gli effetti
3- Rispetto della dotazione dei posti letto
4- Adeguamento immediato delle risorse umane, tecnologiche e strumentali di ogni Struttura di ricovero.
5- Nomina dei primari in tempi brevi e certi
6- Copertura del personale medico e paramedico come da pianta organica
7- Rigida applicazione del piano aziendale
8- Efficientamento del Pronto soccorso
9- Ripristino della Casa della Salute di Siderno
10.Risoluzione delle problematica legata alla risonanza magnetica
11- Rete dei 118

Ci sono stati vari interventi, una bella signora ha detto ad inizio seduta che lei non avrebbe partecipato perchè sono manifestazioni che non raggiungono gli scopi “Occorre parlare con il Ministro”. Altri hanno raccontato le vicende di conoscenti costretti a viaggiare tra Locri e Polistena per le radiografie e la lettura dei referti. AltrI hanno chiesto esplicitamente se erano stati contattati i sindacati. Altri ancora che chiedevano lo sciopero contestuale degli interni dell’Ospedale. Del distaccamento del Pronto Soccorso. Ed altro ancora.
“E’ una riunione operativa, questa” si è detto, ma sia Candia che Calabrese e Canturi hanno comunque risposto alle domande.
“abbiamo esperito tutti i tentativi, con la grande dimostrazione pubblica del 2015; con gli incontri a Roma, per ultimo con l’incontro tenuto a Locri con Scura ed alcuni Parlamentari. Non ci siamo riusciti. Facciamo questo nuovo tentativo. Non si può dire che siamo rimasti inermi, ci siamo dati da fare, ma fanno orecchie da mercante. Allora tentiamo con questo sit-in, ognuno è libero di partecipare o meno, noi ci saremo…”.

CI SAREMO ANCHE NOI E PASSEREMO PAROLA, CREDO CHE FAREMO UN GRUPPETTO E FINALIZZEREMO ANCHE NOSTRE RICHIESTE DI PUBBLICO INTERESSE.
CHE SENSO HA NON PARTECIPARE, COME HA PREANNUNCIATO LA BELLA E BRAVA SIGNORA. ?
A CHI FACCIO IL TORTO ?!
FACCIAMO UN TORTO A NOI STESSI DELLA LOCRIDE.
CONTA PARTECIPARE SENNO’ POTREBBE SIGNIFICARE : SE NON HANNO INTERESSE I LOCRESI STESSI -E DICO LOCRESI PER DIRE TUTTI I 42 COMUNI E POPOLAZIONI DELLA LOCRIDE- VUOI CHE L’INTERESSE SE LO PRENDA IN CARICO L’ESTRANEO CHE CI HA RIDOTTI ALL’OSSO ?

CI SONO COLPE ANCHE ALL’INTERNO NON VI E’ DUBBIO, CHE NON CI AIUTANO, PERSONALE IMBOSCATO, FANNULLONI PURE, IMPREPARATI ANCHE. MA CI SONO ANCHE TANTISSIMI BRAVI INFERMIERI E DOTTORI E COLLABORATORI.
C’E’ CARENZA DI PERSONALE, MA RICORDO CHE SCURA HA DETTO DI AVER AUTORIZZATO LE ASSUNZIONI DA TANTISSIMO TEMPO. SO PURE CHE IL NEO DIRETTORE SANITARIO STA FACENDO TANTO IN QUESTO SENSO ED IN ALTRI MODI. MA RECUPERARE CI VUOLE TEMPO, TANTA FATICA E TANTA PASSIONE MA ANCHE COLLABORAZIONE E SOSTEGNO VERO.
C’E’ ASSOLUTA MANCANZA DI ATTREZZATURE MODERNE E SE CI SONO NON C’E’ IL PERSONALE SPECIALIZZATO E SI VIAGGIA DI QUA E DI LA’.
AL PRONTO SOCCORSO SONO STATI ISTITUITI TRE TURNI MA C’E’ POCO PERSONALE, NON CI SONO ATTREZZI E MATERIALE, LOCALI INSUFFICIENTI ED ANGUSTI, MA CONTINUANO A SALVARE VITE..

DICO CHE BISOGNA ANDARCI, SENNO’ SAREMMO ANCHE INCOERENTI, FALSI, BUGIARDI ED IPOCRITI CON NOI STESSI, PERCHE’ PREDICHIAMO BENE “PER L’OSPEDALE NON SI FA NULLA, NON SI FANNO DIMOSTRAZIONI” E POI ALLA PROVA DEI FATTI DIVENTIAMO ASSENTI, FANNULLONI,, RINUNCIAMO AD ANDARCI, CI PENSERANNO GLI ALTRI.
E NO ! L’OSPEDALE SERVE A TUTTI E TUTTI DOBBIAMO FARE PESARE LA NOSTRA PRESENZA, ANCHE TEMPORANEA MA INCORAGGIANTE PRESENZA PER DIMOSTRARE A CHI CI HA COLONIZZATI, CI HA RESI SCHIAVI E SERVI IN TERMINI DI SANITA’ CHE VOGLIAMO I NOSTRI DIRITTI.
LOTTIAMO SOPRATUTTO PER QUELLA POVERA, MOLTISSIMA GENTE, CHE NON HA I MEZZI DI MUOVERSI DI QUA E DI LA’ O ESSERE CURATI IN ALTRI OSPEDALI FUORI PROVINCIA E FUORI REGIONE..

PASSERELLA ? NON LA VEDO. SE CI ANDIAMO SIAMO PROTAGONISTI E COMPARTECIPI TUTTI DI PARI MISURA ED IMPORTANZA.
E’ PASSERELLA ? ALLORA SCELGO LA PASSERELLA PIUTTOSTO CHE NON ANDARCI.
SI MEGLIO PASSERELLA CHE RENDERSI APATICI, INDIFFERENTI.

CERCHIAMO DI ESSERE PROTAGONISTI DIRETTI.
DIAMO FORZA A CHI ISTITUZIONALMENTE SI STA IMPEGNANDO PER NOI

DIAMO SPERANZA AI NOSTRI MEDICI ED INFERMIERI BUONI, QUELLI CHE CI SALVANO LA SALUTE,
EMARGINIAMO CHI IL SUO LAVORO NON LO FA O LO FA A MALINCUORE O NON LO SA FARE E NON VUOLE IMPARARE !.

PRENDIAMOCI I NOSTRI DIRITTI SACROSANTI, COSTITUZIONALMENTE GARANTITI !

Vincenzo Logozzo
Siderno lunedì 15 ottobre 2018

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI