REVOCATI I DOMICILIARI A MIMMO LUCANO: DIVIETO DI DIMORA A RIACE

729

Revocato l’arresto del sindaco di Riace accusato di istigazione all’immigrazione clandestina. Ma non potrà rimanere nella cittadina calabrese: «È una persecuzione, una cosa senza senso»

Torna libero Mimmo Lucano. Il tribunale del riesame di Reggio Calabria ha revocato gli arresti domiciliari al sindaco di Riace sostituendoli però con la misura del divieto di dimora a Riace. «È una persecuzione, una cosa senza senso», è il commento a caldo del primo cittadino poco dopo aver appreso la notizia.

Mimmo Lucano è stato arrestato il 2 ottobre scorso su provvedimento della procura di Locri. L’accusa per l’uomo che la rivista «Fortune», nel 2016, aveva inserito tra le 50 personalità più influenti al mondo, è favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Nei giorni scorsi il Viminale ha deciso che – dopo la chiusura dello Sprar -i migranti che vivono a Riace possono andare altrove. I rifugiati e i richiedenti asilo compongono ad oggi circa un quarto della popolazione di questo paesino.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.