Serie C, super Catanzaro a Pagani: poker di reti e vittoria travolgente, Sorride la Vibonese, Ko il Rende

277

Nelle partite di Serie C giocate oggi, due successi e una sconfitta per le calabresi

PAGANESE-CATANZARO 0-4

Il Catanzaro cala il poker e stavolta la Campania porta in dote tre punti. Vittoria travolgente per i giallorossi che superano senza eccessive difficoltà la Paganese con un perentorio quattro a zero. La sblocca subito Giannone ma è nella ripresa che il Catanzaro dilaga. In poco più di un quarto d’ora la squadra di Auteri chiude la pratica andando a segno altre tre volte e ancora una volta con tre diversi marcatori. Riggio raddoppia subito dopo l’intervallo mentre De Risio e D’Ursi mettono a segno il colpo di grazia.

VIBONESE-CAVESE 2-0

Successo davanti ai propri tifosi per la Vibonese che batte, con una rete per tempo, la Cavese. Il match serale se l’aggiudica la squadra di Nevio Orlandi. 

La Vibonese mando in campo il 3-5-2, al cospetto della formazione campana che propone il 4-3-3. I calabresi sono reduci dalla pesante sconfitta in quel di Catania. 

VIBONESE IN AVANTI SU AUTORETE 

Dopo i primi minuti di sostanziale equilibrio a passare in vantaggio è la squadra di casa. La Vibonese trova la via della rete poco dopo la mezz’ora di gioco. Al minuto 31 Camilleri colpisce il palo, a seguito di un calcio di punizione, ma la sfera termina sui piedi di Vono che  manda la sfera nella propria porta. La Cavese cerca la reazione ben bloccato, in ogni caso, dalla retroguardia calabrese. 

TAURINO CHIUDE I GIOCHI

Nella ripresa la Cavese riparte tentando di riequilibrare il punteggio del “Luigi Razza”. La gara viaggia con tanta confusione in mezzo al campo e non solo, complice l’importanza di una gara e degli eventuali punti a disposizione. Al minuto 28 i rossoblù, allenati da Nevio Orlandi, chiudono definitivamente i giochi. Palla profonda di Bubas per il centravanti Taurino che, da poco entrato, segna il 2-0. La gara scorre e sorride ai colori rossoblù. 

RENDE-POTENZA 0-2

Una doppietta di França nel giro di tre minuti regala il primo successo al Potenza che sbanca il Lorenzon e manda al tappeto un Rende sottotono che collezione la terza sconfitta consecutiva

.Aveva ammonito tutti Modesto alla vigilia: “guai a sottovalutare un avversario che dopo il cambio di allenatore verrà qui a giocare la partita della vita“. Profetiche parole perché il Rende, crolla in casa sconfitto 2 a 0 dal Potenza del neo tecnico Giuseppe Addamo Raffaele che centra il primo successo stagionale e abbandona il penultimo posto in classifica. Per i biancorossi invece una sconfitta pesante (quarto ko consecutivo se consideriamo anche la sconfitta in Coppa Italia contro il Catanzaro) perché non solo non sono arrivati punti per la terza gara consecutiva, ma nonostante i biancorossi abbiano fatto la partita per gran parte del tempo, questa volta la prestazione è apparsa un gradino sotto le ultime prestazioni. A decidere il match una doppietta di Franca al 24′ e al 27‘ del primo tempo. 

Il Rende parta subito in attacco provando a colpire gli ospiti con l’ormai consolidato 3-4-3. Al 10’ arriva il primo squillo con Rossini, che intercetta una palla vagante, ma non riesce a lasciar partire il tiro e viene anticipato sul più bello dalla difesa rossoblu. Potenza che, in questo inizio di gara, si fa vedere poco e se ne sta rintanato in difesa lasciando il pallino in mano agli uomini di Modesto. Al 14′ l’occasionissima per il Rende con un tiro cross di Germinio che sorprende tutti e si stampa sulla traversa.  Il Potenza si rende pericoloso per la prima volta con Dettori al 17‘: il centrocampista potentino, su calcio piazzato, mette paura a Savelloni con un destro che viaggia indisturbato in area di rigore e senza essere toccato da nessuno finisce sul fondo dopo aver colpito il palo. Il Potenza prende coraggio e al 23′ trova la rete del vantaggio con França. L’attaccante rossoblu sfrutta una dormita di Minelli e con un esterno destro batte Savelloni. Pochi giri d’orologio ed arriva il raddoppio che di fatto chiude la gara. In goal ancora França a segno questa volta con un grande diagonale al volo da fuori area dopo una bellissima azione di squadra. In totale confusione la squadra di Modesto che, dopo le due reti subite, non riesce ad organizzare azioni offensive merito anche del Potenza che si difende con ordine.

La ripresa inizia con gli stessi 22 della prima frazione. Al minuto 51′ fa il suo esordio Negro che Modesto butta nella mischia per provare a scardinare la difesa ospite. L’ex Pisa si rende subito pericoloso con un gran destro dalla lunetta dell’area di rigore che chiama Ioime alla risposta in angolo. Al 25’ del secondo tempo è Rossini con una bella sforbiciata ad impegnare ancora Ioime bravo chiudere in angolo. Il Potenza si chiude ancora di più e abbassa i ritmi addormentando la gara. Il Rende sbatte contro un muro e, fatta eccezione per uno slalom di Awaua che meriterebbe maggior fortuna, la gara si chiude senza ulteriori sussulti.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.