Mer. Mag 19th, 2021

Parto tragico per una 30enne di Carlopoli. Dalla rottura delle acque al cesareo sono passate 24 ore. Aperto un fascicolo per omicidio colposo. Gli inquirenti hanno sequestrato salma e cartella clinica

Un fascicolo d’indagine per omicidio colposo è stato aperto dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme in seguito a un parto drammatico per una donna che ha perso la propria bambina. Era arrivata nel reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Lamezia Terme il 29 novembre, giovedì, al nono mese di gravidanza. Le acque si erano rotte e la giovane puerpera, Nicolina Piccoli, 30 anni, di Carlopoli, si apprestava ad affrontare il parto. Ma dalla rottura delle acque, dopo controlli e visite varie, sono trascorse quasi 24 ore prima che si procedesse a un cesareo d’urgenza. Purtroppo per la bambina che la trentenne portava in grembo non c’è stato niente da fare ed è morta alle ore 14 di venerdì 30 novembre Un dolore insostenibile per la giovane coppia – il padre è Annibale Torchia, 40 anni –, che non ha però perso lucidità e ha subito denunciato il fatto. Accompagnati dall’avvocato Antonello Mancuso si sono recati a sporgere una denuncia-querela al commissariato di polizia di Lamezia. Le forze dell’ordine, come da prassi, hanno sequestro le cartelle e la piccola salma.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.