Lun. Mag 10th, 2021

L’ attesa è finita, stasera il Locri dopo l’esilio iniziale a Roccella Jonica, torna a giocare nell’impianto locrese di Via Cosmano, impianto dotato di sintetico di ultima generazione, e sarà nel derby con la Cittanovese che si giocherà in notturna, la prima gara del Locri della Storia a giocarsi in campionato in notturna. Sarà una serata storica per la società presieduta da Antonella Modafferi e per la città di Locri, per l’occasione è stata indetta la Serata Amaranto (non saranno validi gli abbonamenti, e questo succederà anche per l’altro derby con il Roccella e la storica sfida casalinga con il Bari). Il Locri ci arriva dopo aver collezionato un punto in tre gare nel difficile trittico con Bari, Acr Messina e Marsala, ma adesso c’è questa sfida difficile con la Cittanovese, un delicato spareggio, infatti in caso di sconfitta il Locri rischierebbe di essere risucchiato in zona play-out, dopo un inizio promettente. Ritorno al Comunale di Via Cosmano,  il fischio d’inizio sarà alle ore 20:30.

Intanto il Comunale costruito negli anni ’60 e ristrutturato nel 2001 e quest’anno, sarà intitolato al Barone Gian Roberto Macrì, donatore del terreno dove lo stesso sorge e presidente del Locri negli anni ’50 e ’60.

AI | redazione@telemia.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.