ECCO COSA C’É DIETRO OGNI ALLERTA METEO

265

Lo stato italiano in tutte le sue articolazioni istituzionali ormai ha deciso di lavarsi le mani e di abbandonare il territorio con le sue gravissime criticità. 
Si dirama l’allerta colorata, praticamente ogni giorno, e finisce lí. Ponzio Pilato in versione moderna…!
É vero che il clima é cambiato, ma é vero pure che gli investimenti pubblici per far fronte, finanche alle manutenzioni ordinarie oltre che al rischio idrogeologico in generale, sono pari allo zero.
Il Governo e le Regioni non finanziano, da tempo, le opere necessarie, le città metropolitane, le province e gli enti territoriali non si occupano più, da tempo, persino di garantire l’ordinario, ovvero pulire le erbe che spuntano in ogni carreggiata, potare gli alberi secolari che sporgono pericolosamente, coprire le buche che si formano ogni giorno sulle nostre strade.
E poi ci sono i comuni, con i Sindaci senza denari, con i bilanci azzoppati dai tagli e dall’austerità imposta dall’Unione Europea, caricati di tutte le responsabilità finali in quanto, per legge, sul proprio territorio sono le Autorità di Protezione Civile. Sindaci soli, ad arrovellarsi se chiudere le scuole o meno, come se chiudere le scuole sia il problema, lasciando magari aperti tutti gli altri uffici pubblici, o i parchi e i giardini sovraesposti al vento forte, o i quartieri in prossimità di ponti e fiumi tutti con la gente in casa.
Dunque, ricapitolando…
Non meravigliamoci di queste continue tragedie causate dal maltempo. il ponte Morandi di Genova é solo l’inizio delle grandi tragedie di Stato, perché di questo si tratta, cui saremmo, nostro malgrado, costretti ad assistere nel futuro prossimo. SÌ purtroppo é così, una carneficina annunciata dallo Stato inerte impegnato a diramare allerta, ma non a risolvere i gravi problemi. Tutti stentiamo a crederci, ma la musica stonata della realtà quotidiana é questa, d’inverno e d’estate, in primavera ed in autunno, si vedano i poveri morti innocenti della Sicilia di oggi. 
Se non si cambia politica economica e le articolazioni dello Stato, ad ogni livello, non verranno messe nelle condizioni di fare la propria parte, con dotazioni umane, risorse finanziarie normali, procedure brevi e veloci per non far durare un lavoro pubblico un secolo, sarà ancora peggio.
Siamo bene avviati verso una società imbarbarita dai pericoli della natura bistrattata dall’uomo e dall’indifferenza dell’uomo e di chi dovrebbe rappresentarlo degnamente.
Siamo profondamene indignati ed arrabbiati!
#sapevatelo

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.