MARRELLI HOSPITAL, ACCREDITATA LA RADIOTERAPIA

477

Il Commissario alla Sanità Massimo Scura ha firmato il decreto di accreditamento del centro di radioterapia del Marrelli Hospital. Il servizio, di alta specialità strumentale e professionale, sarà convenzionato con il sistema sanitario regionale. Diretto dal dottor Francesco Aquilanti, il centro di radioterapia può contare sul Versa HD, l’acceleratore lineare di ultima generazione in grado di irradiare grosse quantità di radiazioni ma concentrate in poche sedute. Nel decreto vengono indicati i motivi dell’accreditamento. L’incidenza di nuovi tumori previsti annualmente dalla Associazione Italiana Oncologia Medica, pari a circa 365mila, di cui circa il 50% – secondo riviste specializzate – subisce un trattamento radioterapico per dimensione e localizzazione. Ed ancora nel decreto firmato da Scura, è scritto anche della “particolare conformazione orografica e la pessima viabilità del territorio considerato”.Presto sarà installato un secondo acceleratore, il Gamma Knife, impiegato per il trattamento dei tumori cerebrali con l’utilizzo della terapia di radiazioni di cobalto ad alta intensità, in modo da concentrare la radiazione su volumi molto ridotti. “Quello che abbiamo inteso realizzare è il primo polo oncologico completo qui in Calabria, se si considera che abbiamo l’attività chirurgica, diagnostica, e con oggi chiudiamo questo cerchio con l’inaugurazione della Radioterapia”.Così si era espresso Massimo Marrelli in occasione dell’inaugurazione del reparto, avvenuta il 22 giugno scorso. “Il nostro dovere lo abbiamo fatto ampiamente e questo è sotto gli occhi di tutti. A questo punto aspettiamo la risposta delle istituzioni che non possono tirarsi indietro se si vuole implementare sul territorio calabrese una serie di servizi che appunto vogliono evitare l’emigrazione sanitaria e lasciare nella nostra regione delle risorse. Parliamo di opportunità per i pazienti che non devono spostarsi, opportunità per le maestranze per rimanere nella propria terra a prestare la loro opera, un’opportunità per lasciare economie sul territorio che potrebbero essere reinvestite”. Il medico imprenditore non c’è più, ma oggi starà festeggiando anche lui.

SCILARI (FI): ORGOGLIOSO DI AVER LOTTATO CON I DIPENDENTI DEL MARRELLI PER QUESTA VITTORIA

«L’accreditamento e l’autorizzazione sanitaria all’esercizio definitiva per l’erogazione di prestazioni di Radioterapia del Marrelli è un passo importante che dimostra come l’impegno e la costanza unite alla lotta sul e per il territorio portano risultati concreti».
Lo ha dichiarato il senatore Marco Siclari capogruppo di Forza Italia in Commissione Igiene e Sanità commentando un risultato ottenuto dopo una lunga battaglia che lo ha visto affiancare i lavoratori anche durante la manifestazione a Montecitorio.
«Sono felice di aver contribuito fattivamente al raggiungimento di questo traguardo, facendo ottenere un’audizione con il presidente della commissione sanità del Senato a una delegazione del Marrelli, venuta a Roma a manifestare. Si arricchisce l’offerta sanitaria in Calabria e si da, finalmente, la possibilità ai calabresi di curarsi in casa. Aver sostenuto la voce dei dipendenti e di Massimo Marrelli in piazza, ottenendo questi frutti, mi rende fiero e felice perché questo evidenzia come quando la politica affianca il territorio qualcosa di buono si può fare. Questa è la dimostrazione che la politica deve smettere di far finta di gridare, ma deve iniziare a gridare veramente. Solo pochi giorni fa ho sollecitato telefonicamente il direttore generale del ministero della salute, per portare avanti i lavori del tavolo tecnico, che ho richiesto insieme a Maria Tripodi, frutto di quella manifestazione. Il mio auspicio è che quel tavolo possa diventare permanente per discutere di tutte le problematiche e le carenze della sanità calabrese. Intanto questa è una prima vittoria per la Calabria e per i calabresi e sono orgoglioso di essere stato accanto ai dipendenti del Marrelli che, oggi, dopo tante battaglie, hanno il loro giusto riconoscimento dovuto anche alla determinazione dei lavoratori e di Massimo Marrelli a cui va oggi il pensiero di tutti», ha concluso il senatore azzurro.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.