Dom. Mag 22nd, 2022

MILITARI DEL NUCLEO DI POLIZIA ECONOMICO-FINANZIARIA DELLA GUARDIA DI
FINANZA DI CATANZARO, COORDINATI E DIRETTI DALLA PROCURA DELLA
REPUBBLICA – D.D.A. DI CATANZARO, CON IL SUPPORTO DELLO S.C.I.C.O. DI
ROMA, HANNO ESEGUITO 24 ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE (12 IN
CARCERE E 12 AGLI ARRESTI DOMICILIARI) E IL SEQUESTRO DI BENI PER UN
VALORE DI DIECI MILIONI DI EURO.
I PARTICOLARI DELL’OPERAZIONE “QUINTA BOLGIA” SARANNO ILLUSTRATI DAL
PROCURATORE DELLA REPUBBLICA – DOTT. NICOLA GRATTERI -, DAL
PROCURATORE AGGIUNTO – DOTT. VINCENZO CAPOMOLLA -, DAL COMANDANTE
PROVINCIALE DI CATANZARO – GEN.B. DAVIDE RAMETTA – E DAL COMANDANTE
DELLO S.C.I.C.O. DI ROMA – GEN.B. ALESSANDRO BARBERA – ALLE ORE 11.00
ODIERNE PRESSO LA SEDE DEL COMANDO PROVINCIALE DELLA GUARDIA DI
FINANZA DI CATANZARO.

Ndrangheta. Operazione “Quinta Bolgia”, ai domiciliari l’ex deputato di Forza Italia Giuseppe Galati

 E’ Giuseppe Galati, del centrodestra, l’ex parlamentare finito ai domiciliari nell’ambito dell’operazione antindrangheta ribattezzata “Quinta Bolgia” di DDA e Guardia di Finanza di Catanzaro.
Galati, già deputato, nelle passate legislature ha rivestito anche l’incarico di sottosegretario alle attività produttive.
E’ esponente di vertice del centrodestra calabrese e di Forza Italia. Nei mesi scorsi è finito al centro di un’altra inchiesta giudiziaria, sulla distrazione dei fondi che hanno provocato il crac della Fondazione “Calabresi nel Mondo” di cui è stato presidente.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI