Lun. Mag 17th, 2021

Sono 28 gli imputati, accusati di fare parte del clan Santaiti di Seminara, che il il 30 novembre compariranno davanti al gup distrettuale di Palmi Antonio Laganà per l’udienza preliminare.
Avrebbero imposto il pizzo alle aziende che hanno partecipato all’ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria.
L’inchiesta “Grifone” nasce da un indagine nella quale molti degli imputati di questo troncone sono accusati di reati in materia di droga.
ritenute responsabili, dalla Squadra mobile di Reggio Calabria su ordine della Dda a vario titolo, di traffico di armi e di sostanze stupefacenti, estorsione, ricettazione e furto, aggravati dalla circostanza di aver agevolato alcune articolazioni della ‘ndrangheta operanti nella piana di Gioia Tauro.
indagine condotta dai poliziotti della Squadra Mobile e del Commissariato di Palmi, finalizzata alla disarticolazione di una consorteria criminale della ‘ndrangheta facente capo alla cosca Santaiti di Seminara (RC), operante prevalentemente nei settori del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, del traffico di armi, delle estorsioni e del furto di notevoli quantità di legname.
Le indagini hanno consentito di documentare numerosi episodi di detenzione, porto e cessione di armi, anche da guerra, tra le quali alcuni kalashnikov.
Nel corso delle indagini gli interlocutori facevano ricorso a termini convenzionali, ma di uso comune, per riferirsi alla sostanza stupefacente nel tentativo di porsi al riparo da eventuali intercettazioni.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.