Protesta dei precari comunali in Calabria, in piazza a Catanzaro 4.500 lavoratori

227

Sono scesi in piazza, nonostante la pioggia, per rivendicare quello che considerano un diritto acquisito da venti anni e che rischiano di perdere il 31 dicembre a causa della convenzione che la Regione ha firmato con il governo nazionale.

 

Sono gli ex Lsu-Lpu che, sostenuti dalla triplice sindacale, hanno manifestanto in piazza Prefettura a Catanzaro per chiedere a gran voce la stabilizzazione del loro contratto, nei diversi Comuni per i quali lavorano in tutta la Calabria.

Si tratta di 4500 lavoratori che dal primo gennaio potrebbero perdere il lavoro perché la convenzione che prevede solo 21 milioni per le stabilizzazioni e non dà nessuna deroga ai comuni per le stabilizzazioni, basterà a tranquillizzare i sonni solo di 300 persone.

gazzettadelsud.it

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.