5 Dicembre 2020

E’ stata presentata nei giorni scorsi presso la chiesa S. Nicola Ex Aleph di Roccella Jonica l’opera pellegrina per la Diocesi di Locri-Gerace dell’artista Silvana Borgese. Dal titolo evocativo “Discensione- Ascensione”, si tratta di un olio su di notevole dimensioni, 2.50×3.00. Un’opera descritta brillantemente dallo storico dell’arte Gianfrancesco Solferino: “La grande tela ospita un turbinio di figure eteree, volti reali rivestiti di luce i cui profili scolorano verso quelle sfumature di azzurro ceruleo che poi formano lo sfondo incorporeo della scena. Nel cielo dell’eternità Silvana Borgese immagina un racconto ciclico della Salvezza, una rarità – a dire il vero – che declina consapevolmente da qualsiasi legame con il passato. Non si è mai visto, infatti, che in un dipinto vi si potesse narrare alcuni episodi della Salvezza senza limiti spaziali né architettonici, così da fonderli in un’unica rappresentazione. Protagonista unico è l’amore trinitario di Dio, quella realtà incommensurabile che avvolge e consuma l’universo, quella potenza salvatrice che sceglie la via dell’incarnazione per offrire all’uomo il tempo del riscatto, la liberazione dall’ombra della morte. Sembra quasi che l’artista abbia fretta di raccontare tutto senza troppi indugi. Sincopa le scene, lega quei cammei figurativi tipici dei “misteri” del Rosario della pittura seicentesca, li rinserra e crea un’unica fulgente scena, un volo verso la luce. Silvana Borgese ha meditato e pregato profondamente sulla sua opera, l’ha usata come strumento di esegesi: riflettendoci ha sondato le profondità più nascoste della fede, le ha riscoperte, ha scelto di dar loro un volto e un’espressione personale. In virtù di questa gestazione, lunga e sofferta, la sua opera meriterebbe il titolo di “quadro sinottico” in quanto inno pittorico all’ortodossia cattolica. C’è spazio per la tenerezza e la gioia, per il dolore e lo stupore, per il coraggio e la follia. L’artista li racconta con semplicità e immediatezza, tra pennellate, sfumature e trionfalismi di iconografie antiche, traducendo in una sintesi efficace il cuore del messaggio evangelico: Dio è AMORE”.

INTERVISTA A SILVANA BORGESE ALL’INTERNO DI TG NEWS

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.