Mar. Mag 18th, 2021

Le mareggiate che negli ultimi giorni stanno imperversando sulla costa calabrese stanno destando allarme anche a Roccella Jonica. Qui, infatti, tale fenomeno, che si verifica lungo le coste esposte a venti di burrasca che spirando con continuità dal largo danno origine a un moto ondoso di intensità tale da far subire alle masse d’acqua una traslazione violenta e subitanea, si sta  abbattendo rovinosamente contro la riva e sul muro di protezione del lungomare lato Nord. La risacca batte, infatti, sul cemento e la paura è che presto quest’ultimo possa cedere.
Il fenomeno dell’erosione costiera rappresenta un’emergenza gravissima per la Calabria che dovrebbe, tra l’altro, fare del turismo il motore principale della propria economia. La problematica negli ultimi anni ha interessato soprattutto la costa tirrenica catanzarese. E danni rilevanti sono stati registrati anche nel litorale reggino,  dove l’opera dell’uomo ha spesso determinato autentici disastri con circa 500 metri di costa erosa. Le spiagge sono costantemente soggette alle correnti e alle onde ed hanno subito nel corso del tempo un vero e proprio sconvolgimento. A rischio, secondo gli esperti, sono in particolare le coste basse e sabbiose per oltre 1600 chilometri. Tra questi 540 sono occupati da centri urbani, strade e ferrovie, tutti a rischio crollo. Eppure proprio noi calabresi dovremmo tenerne conto del problema, soprattutto perchè sono passati appena pochi mesi dagli ultimi, devastanti, eventi alluvionali.

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.