SERIE C | IL CATANZARO PAREGGIA CON IL BISCEGLIE, MANITA DELLA VIBONESE

238

Oggi in Serie C hanno giocato Catanzaro e Vibonese.

 Finisce 1-1 il match tra Catanzaro e Bisceglie. I giallorossi non ritrovano la vittoria, nonostante una partita sostanzialmente dominata.

Sembra partire con più convinzione il Catanzaro che al 6′ ci prova sull’asse Statella-Ciccone. L’ex Cosenza serve l’attaccante che si porta il pallone sul sinistro e trova la respinta coi piedi di Markic. Al 13′ ci prova ancora Ciccone, imbeccato da un cross di Celiento; il colpo di testa però è troppo morbido e il Bisceglie non corre rischi. I pericoli per gli ospiti giungono soprattutto dalle fasce. Al 19′ D’Ursi crossa verso il secondo palo ma Kanouté arriva in leggero ritardo e grazia Crispino. Dopo l’impeto iniziale, pian piano il Bisceglie si risistema e alza il baricentro e addirittura al 35′ arriva il vantaggio. Tutto nasce da un angolo regalato da Elezaj. Sulla battuta, il più reattivo è De Sena che dal limite dell’area piccola riesce a portare in vantaggio i suoi. La risposta del Catanzaro arriva ancora con Ciccone, ma il suo sinistro dal limite viene respinto con i pugni da Crispino. E’ l’ultimo sussulto di un primo tempo in cui il Bisceglie ha massimizzato i ricavi e minimizzato i rischi.

I pugliesi sembrano azzannare meglio il secondo tempo: De Sena al 50′ rientra sul sinistro e calcia forte; stavolta Elezaj è presente e mette in angolo. Due minuti dopo i giallorossi agguantano il pari. Statella crossa e trova Celiento, il cui tiro viene respinto da Crispino. Per fortuna sulla ribattuta arriva Figliomeni che firma l’1-1. Il Catanzaro a questo punto non può fare altro che riversarsi in avanti, anche a costo di concedere qualche contropiede. Come al 58′, quando De Sena, lanciato da Giacomarro, prova a superare Elezajal limite dell’area. L’esterno destro dell’attaccante nerazzurro però termina a lato. Al 63′ Ciccone protegge palla sui sedici metri e scarica per De Risio, ma la botta centrale viene bloccata a terra da Crispino. Al 65′ doppia occasione per le aquile: D’Ursi calcia dai venti metri ma Markic si immola e respinge con il corpo; sulla seconda palla De Risio tira a lato. L’occasione più grande arriva al 69′, con Favalli lanciato a rete sul vertice sinistro dell’area piccola. Il suo destro però sfiora solo il palo. Al 90′ poi la beffa del gol annullato, col colpo di testa di Celiento ritenuto in fuorigioco dal direttore di gara.

Ancora una volta il Catanzaro raccoglie meno di quanto seminato. La speranza è che la precisione sotto porta migliori, perché purtroppo i gol sbagliati iniziano ad essere troppi.

====================

 Vibonese di forza davanti ai propri tifosi contro la Virtus Francavilla che gioca, per quasi un tempo, in inferiorità numerica. Due doppiette, rispettivamente di Bubas e Taurino, condite dal sigillo finale di Çani. 

Continua il momento positivo della Vibonese reduce dal pareggio ottenuto al “Pinto” contro la Casertana. Padroni di casa in campo con il modulo ad albero, il 4-3-2-1, e con Scaccabarozzi e Taurino dietro l’unica punta Bubas (foto profilo Facebook ufficiale dei rossoblù). La Virtus Francavilla, allenata dal tecnico Nunzio Zavettieri, giunge in Calabria e propone il 3-4-1-2. Partipilo, ex Bari e Bisceglie, ricopre il ruolo di trequartista dietro la coppia Anastasi-Sarao. 

VIBONESE, 3 RETI IN POCHI MINUTI. VIRTUS FRANCAVILLA IN 10

Inizia subito forte la formazione allenata da Nevio Orlandi: al minuto 22 la Vibonese passa in vantaggio. Tito calcia la punizione con il piede sinistro, Bubas trova la deviazione vincente di testa. Dopo 4 giri di lancette Taurino realizza il 2-0 dopo un tiro di Prezioso non trattenuto dall’estremo difensore della Virtus Francavilla. Rossoblù aggressivi e caparbi nel trovare il tris, sempre con Taurino, al minuto 34. Scambio in bello stile per il trio Bubas-Melillo-Taurino con quest’ultimo che in area piccola segna. Il primo tempo scorre e cresce il nervosismo in campo: diverse le ammonizioni nella gara del “Luigi Razza”. 

BUBAS E ÇANI CHIUDONO LA GARA

Ad inizio ripresa la Virtus Francavilla perde un uomo. Folorunsho si fa ammonire per la seconda volta lasciando la sua squadra in inferiorità numerica. Il 4-0 della Vibonese arriva al minuto 26 con un lancio in profondità di Taurino e seguente colpo vincente di Bubas che supera Turrin: pesante il passivo per la squadra di Zavettieri. Minuti 41 e quinta marcatura per i rossoblù. Lancio da dietro per Ciotti che controlla in area e mette rasoterra in mezzo per Çani che fa centro. La gara si conclude con un’ottima prestazione di forza da parte del gruppo calabrese.

 
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.