Lun. Mag 17th, 2021

Numeri da migliorare, si punta il Città di Messina

I due punti in meno di quest’anno sono frutto di un La sconfitta patita dalla Cittanovese contro il Gela ha lasciato uno strascico amaro in casa giallorossa. Un po’ per com’è arrivato lo stop, un po’ per l’ennesimo rinvio di quel salto di qualità tanto atteso dall’ambiente. «Questione di personalità» ha spiegato mister Mimmo Zito al termine del match, sottolineando la pessima gestione mentale del secondo tempo da parte dei suoi ragazzi. Dunque, è solo una questione di carattere?

Forse sì. La Cittanovese gioca un calcio spettacolare, ultra offensivo, arioso, nonostante i tanti infortuni di queste settimane. Questo è il dato positivo. L’attacco è mediamente prolifico, mentre la difesa si piazza come quarto peggior reparto del torneo. Vale la pena approfondire questi temi.

All’11ª giornata la squadra giallorossa si piazza all’undicesimo gradino della classifica, forte di 14 punti, per una media di 1.45 punti a partita. In questo primo scorcio di stagione le vittorie sono state 4, due i pareggi e cinque le sconfitte. 15 i gol segnati e 18 quelli subiti, per un -3 di differenza reti. Volendo fare un raffronto numerico con il cammino dello scorso anno, alcune differenze saltano all’occhio. Medesima giornata di campionato, novembre 2017: 16 punti in classifica per una media di 1.27 punti a partita, 4 partite vinte, 4 pareggiate e 3 perse. 15 i gol segnati e 18 quelli subiti, per una differenza reti di -3. Similitudini e discrepanze che vanno comunque contestualizzate cammino tostissimo: Bari e Turris affrontate fuori, Marsala e Gela in casa. Parliamo di compagini attrezzate per la vittoria del torneo o per un piazzamento playoff.

Un ultimo dato: la Cittanovese ha migliorato l’andamento esterno, ma ha perso qualcosa tra le proprie mura, perdendo complessivamente due gare in più rispetto allo scorso anno.

Morale della favola? Al gruppo giallorosso manca sicuramente un po’ di personalità, ma le premesse per risalire subito ci sono tutte.

Il salto tanto atteso arriverà più in là, tra la fine del girone d’andata e l’inizio del ritorno. Il mercato potrebbe aiutare in questo senso. Vedremo. Intanto domenica si va sull’altra riva dello Stretto per affrontare il Città di Messina. Una vittoria fungerebbe da farmaco potente per la consapevolezza giallorossa. Senza dimenticare la classifica.

ANTONINO RASO

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.