Lun. Mag 10th, 2021

 Nell’undicesima giornata di questo avvincente campionato di serie D, si conferma leader di classifica il Bari che in casa vince con il minimo sforzo la Palmese. I Calabresi hanno disputato una buona gara e infatti la sola rete dimostra l’intensita dimostrata in gara. Brutta sconfitta per il Castrovillari che a Torre del Greco subisce quattro reti, a nulla è valsa la doppietta del giocatore Ennin che per ben due volte aveva riportato il match in parità. Ottima prestazione invece del Locri  che gioca bene e vince sul terreno dell’Acireale, andando a segno una sola volta con l’attacante Pannitteri e si riporta a ridosso delle prime. Sconfitta in casa per la Cittanovese ad opera del Gela e infine bella vittoria tra le mura amiche del Roccella che con il risultato di 1-0, batte l’Igea Virtus e guadagna tre punti importanti per la classifica.

BARI – PALMESE 1-0

Finisce 1-0 per il Bari la sfida andata in scena al San Nicola decisa dalla rete di Matterache, al minuto 88, fa esplodere di gioia i 10.000 sostenitori di fede biancorossa.

Primo tempo sorprendentemente equilibrato con il Bari che parte forte, paratissima di Barbieri su Brienza, ma la Palmese, che si difende ordinatamente per poi ripartire in contropiede, con uno splendido calcio piazzato di Lucchese, costringe Marfella a superarsi deviando la sfera in calcio d’angolo. Sono queste le due più nitide palle gol del primo tempo con i padroni di casa che, pur avendo dalla loro il possesso palla, difettano nell’ultima stoccata.

Nella ripresa è il Bari a partire forte, facendo incetta di tiri dalla bandierina, ma la Palmese non accusa per nulla le offensive dei baresi che si trovano imbrigliati nelle strette maglie difensive dei neroverdi che ne spengono ogni velleità offensiva.

Giunti alla mezz’ora i galletti alzano ancor di più il baricentro ed è Brienza, il più propositivo dell’undici di Cornacchini, a impegnare Barbieri che blocca la conclusione dell’ex azzurro. Una manciata di minuti dopo ci prova Simeri ma, il suo colpo di testa, si spegne sul fondo.

A due minuti dal novantesimo il Bari sblocca la gara ed è Mattera che, trovandosi un invitante pallone nel cuore dell’area di rigore, trova l’imbucata vincente che trafigge l’ottimo Barbieri. Dopo sei minuti di recupero non succede più nulla e, al triplice fischio finale di Zamagni di Cesena, il Bari ritrova, così, il sorriso ma la Palmese di Franceschini, alla sua prima sconfitta stagionale, non può che essere applaudita dai tanti sostenitori neroverdi giunti in terra pugliese uscendo ulteriormente rafforzata dopo l’ottima prova contro la prima della classe.

CITTANOVESE – GELA 0-2

La Cittanovese che proveniva dalla vittoria esterna nel derby contro il Locri si presenta al pubblico di casa decisa nel fare bella figura e soprattutto buon risultato.
Nella prima frazione di gara entrambe le squadre giocano un calcio equilibrato sul piano tattico e propositive in più occasioni davanti agli entrambi estremi difensori. La Cittanovese sfiora in particolare è però la squadra che sfiora in maggiori occasioni la rete del possibile vantaggio. Il primo tempo quindi si chiude a reti inviolate. Nella ripresa la gara si mette bene quando, al 7’st Polito del Gela viene espulso per doppio giallo, e l’arbitro Portella concede un penalty a favore della Cittanovese. Ficara dal dischetto, si fa ipnotizzare dal portiere avversario Castaldo, e sbaglia la rete del possibile vantaggio. A questo punto, se pur con un uomo in meno, arriva la reazione degli ospiti che al 19’st vanno in vantaggio con la rete del centravanti Sowe, tra l’altro subentrato da pochi minuti. L’undici di Zito cerca di raddrizzare la gara ma non riesce ad andare in rete. La gara va avanti con azioni create specialmente dai padroni di casa. Il definitivo 2-0 arriva al 48’st, in pieno recupero, ad opera di Schisciano.

ACIREALE – LOCRI 0-1

 

Domenica 18 novembre, allo stadio Tupparello di Acireale,  si è giocata la partita tra ASD Città di Acireale 1946 e AC LOCRI 1909. Le due formazioni non si incontravano da ben 52 anni secondo le statistiche. Una partita importante per entrambe le formazioni in cerca di riscatto e  finita poi con la vittoria dell’AC LOCRI che vince 1 – 0 sull’Acireale.

Combattive già dai primi minuti di gioco le due formazioni, si proiettano in avanti, prima Acireale con Gabuzza che trova la grande parata di Pellegrino, su ribattuta palla in rete annullata per fuorigioco. Azione in avanti anche per il Locri dove al 7’ Pagano apre per Baccilieri. Sempre al 7’ arriva la prima ammonizione nelle fila locresi, giallo infatti per Varricchio. Al 10’ è Pannitteri a provare il tiro in porta, ma Biondi para. Un pressing efficace ed alto quello della formazione calabrese che ha il pieno controllo della situazione. Al 17’ è Pirrone a provare un tiro in porta, tiro però intercettato dal portiere. Finalmente il risultato viene sbloccato al 20’ da Pannitteri che trova la rete portando in vantaggio l’AC LOCRI. Immediatamente dopo ammonito Russo per l’Acireale per proteste col guardalinee a cui reclamava il fuorigioco. Dopo il gol subito l’Acireale non riesce a reagire e il Locri controlla benissimo tutte le fasi di gioco. Anzi cerca il raddoppio con Pannitteri che prima viene fermato dalla difesa siciliana e poi, con un secondo tiro, dal portiere. Il primo tempo finisce con il risultato di 1 a 0 in favore del Locri.

Il secondo tempo ha visto un Acireale alla spasmodica ricerca del gol del pareggio, ma i ragazzi del Locri hanno saputo ben reagire alle azioni in attacco. Al 10’ infatti Manfrellotti tira a distanza ravvicinata, il provvidenziale Pellegrino, spettacolare come sempre, alza la palla sopra la traversa. Al 13’ Madonia crossa su Leotta prende la traversa. Un minuto dopo sempre Madonia prova il tiro da lontano che Pellegrino para in due tempi. Con queste tre azioni sfumate l’Acireale non riesce a riprendersi e il gioco continua sul controllo dei calabresi. Al 45’ però viene espulso Strumbo per doppia ammonizione e il Locri rimane in 10 a giocare i 5 minuti di recupero. Fortunatamente il risultato rimane invariato e AC LOCRI vince la partita in casa dell’Acireale per 1 a 0.

L’allenatore Scorrano dichiara: “E’ stata una grande partita, interpretata bene dai ragazzi che hanno reagito perfettamente dopo la brutta sconfitta che abbiamo subito in casa mercoledì. Hanno dato una grande risposta di maturità reagendo immediatamente. Siamo stati bravi, durante questa settimana a lavorare con grande tranquillità. Nel gruppo vi è stata una grande compattezza, hanno compreso bene la partita e realizzato. Certo avremmo potuto chiudere già dal primo tempo, ma va bene così. Pellegrino è riuscito a controllare benissimo la porta con due grandi parate e un plauso va a tutta l’intera squadra. Respiriamo con questi tre punti e andiamo avanti. ”.

La Presidente AC LOCRI, Antonella Modafferi aggiunge: “E’ stata una vittoria importante sia per il morale che per la classifica e passo dopo passo cerchiamo di raggiungere il nostro obiettivo”

 

ROCCELLA – IGEA VIRTUS 1-0

Tre punti preziosi in chiave salvezza per il Roccella, abile a battere l’Igea Virtus per 1-0 e a ritrovare un successo che mancava da quasi un mese. Una partenza nel migliore dei modi per mister Passiatore sulla panchina amaranto: l’ex tecnico di Delta Porto Tolle, Monopoli e Mezzolara, subentrato a Giampà in settimana, si è dichiarato nel post partita molto soddisfatto dell’atteggiamento della sua squadra, che ha mostrato grinta e determinazione in campo.

CRONACA. Nuovo modulo per la compagine jonica, un 4-3-3 con Filippone e Rondinelli a supporto di Voltasio a centrocampo e Tassone al posto dello squalificato Kargbo in attacco. Fasce presidiate, infine, da Vuletic e Strumbo, vista l’indisponibilità dell’infortunato Malerba. Tedesco propone, invece, un 3-5-2 con Dodaro e Miuccio esterni e Le Piane unica punta.

Pronti, via ed è subito Catalano a sfiorare il gol con un tiro dal limite deviato in angolo da Cetrangolo. E’ lo stesso numero 10, sempre in avvio di gara, ad imbeccare in profondità Faella che da buona posizione, però, non inquadra lo specchio della porta. Dopo 20′ di buon possesso palla, il Roccella trova il gol del vantaggio: Faella, sugli sviluppi di una palla inattiva, mette dentro un bel traversone per Cordova, che di testa batte il portiere. La rete consente ai padroni di casa di gestire senza troppi affanni il match fino al 45′, grazie ad un buon possesso palla e ad un’oculata fase difensiva.

Nella ripresa l’Igea prova a rendersi pericolosa con Lancia, subentrato al 46′, senza impensierire più di tanto Scuffia. E’ invece Faella a chiamare in causa Cetrangolo con un ottimo intervento in uscita, dopo il coast to coast dell’esterno napoletano, autore di lì a poco di un’altra occasione terminata sul fondo. Nel finale c’è spazio ancora per un tentativo di Gattabria dai 25 metri, seguito da un salvataggio della difesa siciliana dopo una respinta poco efficace del portiere giallorosso.

TURRIS – CASTROVILLARI 4-2

Dura sconfitta per il Castrovillari che torna a casa con quattro reti subite in quel di Torre del Greco (foto fonte ufficiale sito Torrechannel). A poco è valsa la doppietta del bravo Ennin. La partita si mette subito in salita per i rossoneri che subiscono la rete della Turris al 16’pt con una bella rete dell’attaccante Celiento. L’undici calabrese però non demorde e fa vedere un bel gioco in campo creando diverse occasioni per il pareggio. Il gol arriva al 32’pt con Ennin che mette alle spalle dell’estremo difensore di casa un bel diagonale. Quasi allo scadere del primo tempo, però, la Turris si riporta in vantaggio con un colpo di testa di Longo. La prima frazione si chiude con i padroni di casa in avanti. Nella ripresa, il Castrovillari entra con un piglio diverso e raggiunge il pareggio all’8’st ancora con Ennin, che approfitta dell’errore difensivo avversario per punirli. Al 12’st ecco l’episodio chiave che deciderà il resto della gara, Longo viene atterrato in area dall’estremo difensore Cellitti, il quale viene espulso dall’arbitro Sicurello, concedendo il penalty. A questo punto l’allenatore Marra sostituisce Pandolfi con il secondo portiere Papa. Si presenta dal dischetto Aliperta che al 15’st non sbaglia e porta in vantaggio la sua squadra. Il Castrovillari a questo punto subisce il colpo e al 24’st arriva la quarta e definitiva rete da parte di Longo.

Nelle restanti gare disputate durante questo turno di campionato il Messina viene sconfitto in casa dal Portici con l’unica rete realizzata da Sorrentino. Il Marsala si aggiudica il derby siciliano contro la Città di Messina con il risultato di 2-0, a segno prima Balistrieri e poi Manfrè. Pareggio e un punto per parte nella gara tra Rotonda e Troina. Succede tutto nel primo tempo con una rete per parte e qualche ricriminazione per i gol mancati per tutte e due le compagini scese in campo. La Sancataldese infine vince grazie alle reti di Aloia prima e Di Stefano poi contro una Nocerina che aveva fatto vedere belle giocate ma che non ha saputo concretizzare le occasioni create.

QUI RISULTATI E CLASSIFICA DOPO L’11° GIORNATA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.