ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO “ M. MACRI’ ” DI BIANCO GLI AUGURI DI NATALE DI MIMMO CAVALLARO

429

Sabato scorso, presso l’oratorio di Bianco il noto cantautore di musica etnica Mimmo Cavallaro ha incontrato i ragazzi dell’istituto comprensivo che aggrega i comuni di Bianco, Casignana, Caraffa del Bianco e Samo . L’artista Cauloniese  , famoso in tutto il mondo ,per i suoi concerti di musica etnica durante i quali coinvolge e fa impazzire le piazze al ballo della tarantella ha scelto questa scuola per salutare i ragazzi , molti suoi fans, per portare loro un messaggio di fratellanza e serenità nell’avvicinarsi del Natale che è la festa dell’accoglienza . L’iniziativa è stata apprezzata tantissimo dal Preside Prof. Sebastiano Natoli , dal presidente appena riconfermato , del consiglio d’Istituto Dott. Vito Antonio Crino’, dal Sindaco di Bianco Aldo Canturi , ciascuno di loro ha voluto accordargli oltre ai saluti i sentimenti di stima e gratitudine per la sua “missione” che mira a valorizzare  e diffondere le nostre tradizioni .

E’ questo l’impegno di questo artista che partendo da Caulonia fa riscoprire la nostra musica , le canzoni popolari e gli strumenti musicali di un tempo ai calabresi , e non solo, in tutto il mondo . Due sono in particolare gli strumenti che sta riproponendo con la sua band ,: la Lira e le Ciaramelle di cui si stavano perdendo strumenti e suonatori .

 Il concerto svolto a bianco assolutamente gratuito è stato un guardare avanti ed investire sui giovani , portare la musica ai giovani, i sani principi e la condivisione   dei “VALORI”, tutto questo non ha prezzo !

Una mattinata dedicata oltre che all’intrattenimento con della buona musica in occasione delle festività natalizie , si è riflettuto sulla possibilità, da parte delle istituzioni deputate alla crescita culturale e sociale dei giovani (Scuola, Città Metropolitana, Regione Calabria ) di realizzare dei progetti che coinvolgano questi Maestri portando la buona musica nelle scuole , con la speranza che si riesca a stimolare l’interesse delle nuove generazioni a riscoprire gli antichi suoni e le melodie di un tempo , quando la nostra terra era popolata da gente povera ma onesta e laboriosa e si riusciva ad essere felici condividendo quel poco che avevano come il pane , quando c’era , e la musica .

Alla fine dei lavori tutti invitati dal Dirigente scolastico per un buon aperitivo di saluto e di ringraziamento .

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.