Ven. Mag 14th, 2021

È Maria Pia Ammirati con l’opera Due mogli – 2 agosto 1980 (Mondadori) la vincitrice del Premio letterario Mario La Cava, seconda edizione. Menzione speciale per Sonia Serazzi con “Il cielo comincia dal basso” (Rubbettino). La cerimonia di premiazione, condotta dal caporedattore del Tg2 Enzo Romeo e dalla giornalista Maria Teresa D’Agostino, si è svolta nell’Auditorium dell’Istituto “F. La Cava” di Bovalino (RC) e si è aperta con i saluti istituzionali del sindaco Vincenzo Maesano, del consigliere regionale Sebi Romeo, della presidente dell’Ordine degli Avvocati di Locri Gabriella Mollica e della dirigente scolastica Caterina Autelitano. Cinque le opere giunte in finale tra le quali la Giuria, composta da Giuseppe Lupo, Silvio Perrella, Caterina Verbaro, ha designato l’opera vincitrice. Mauro Covacich con La città interiore (La nave di Teseo), Filippo De Matteis con Cuore di seppia (Elliot), Carmen Pellegrino con Se mi tornassi questa sera accanto (Giunti) e Sonia Serazzi con Il cielo comincia dal basso (Rubbettino) sono considerati secondi a pari merito.

 

Promosso dal Comune di Bovalino in collaborazione con il Caffè letterario La Cava, con il patrocinio della Regione Calabria e dell’Ordine degli Avvocati di Locri, il Premio ha visto come tema conduttore “narrazioni dai margini dei luoghi e dell’esistenza”.

Il Premio speciale è andato a Raffaele La Capria. Ospite d’onore della serata Goffredo Fofi, che ha curato la prefazione della nuova edizione de “I fatti di Casignana” di Mario La Cava, appena ripubblicato da Rubbettino e presentato in anteprima durante la serata.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.