Lun. Mag 10th, 2021

 Grido d’allarme da parte della Ditta Meridionale Intonaci di Canolo storico stabilimento che rappresenta una delle pochissime e solide risorse lavorative della locride. L’azienda attende da quasi tre anni da parte degli organi competenti il rinnovo dell’autorizzazione ad estrarre il materiale dalla cava e , adesso, esistono forti preoccupazioni per il suo futuro e per circa 30 dipendenti fortemente preoccupati per le possibili lettere di licenziamento tanto che sono stati allertati anche i sindacati. La concessione novennale per lo sfruttamento della cava di Canolo da parte della Meridionale Intonaci è scaduta da tempo e da circa tre anni sono iniziate le pastoie burocratiche per farla rinnovare. L’azienda lavora da circa mezzo secolo ed ha garantito nel tempo dignità lavorativa e solidità economica a tantissime famiglie. La famiglia Gullaci che gestisce l’ Azienda, nei giorni scorsi ha inviato – secondo quanto hanno comunicato alcuni dipendenti, una lettera di preavviso di licenziamento ” a causa dell’insostenibile situazione che si sta registrando nell’indifferenza generale delle autorità preposte” . La richiesta di proroga, secondo quanto è stato comunicato, è stata effettuata addirittura nel 2015, 8 mesi prima della scadenza naturale prevista per il 2016. Ma ad oggi, nonostante la voluminosa e dettagliata documentazione esibita da parte dei tecnici dell’azienda, nessuna risposta ufficiale è pervenuta né da parte della precedente amministrazione comunale né tantomeno dai commissari prefettizi che attualmente stanno amministrando il piccolo comune locrideo. L’azienda dà lavoro a circa 30 dipendenti con un indotto che coinvolge indirettamente circa 50-60 lavoratori e, a quanto hanno detto i titolari, ha già dovuto rinunciare a numerose ed importanti commesse con il rischio di vedersi accollate anche onerose spese di risarcimento danni per eventuale inadempimento contrattuale. La mancata concessione porterebbe alla chiusura . Gli stessi sindacati allertati dai dipendenti stanno valutando manifestazioni pubbliche di protesta .

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.