Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

GELO E NEVE IN CALABRIA E SICILIA TRA IL 31 DICEMBRE E IL 1° GENNAIO

650

Previsioni Meteo Capodanno, ondata di freddo e neve al Centro/Sud proprio nella notte di San Silvestro: temperature in picchiata per l’aria fredda in arrivo dai Balcani.

Come ampiamente previsto nei giorni scorsi, splende il sole in tutt’Italia grazie a un forte Anticiclone che garantisce bel tempo e caldo anomalo per il periodo. La nuvola più densa dell’Italia è in questi giorni quella di cenere vulcanica sprigionata dall’eruzione dell’Etna in atto in Sicilia, che ieri è riuscita ad oscurare il sole persino su Malta. Le temperature sono decisamente elevate in tutte le Regioni, con picchi di +18°C in Sardegna e Sicilia, valori di +15°C un po’ ovunque lungo la penisola, e massime fino a +10°C in pianura Padana.

L’Anticiclone che garantisce questo clima così mite, e che ha già portato il super caldo dello scorso weekend culminato nella Vigilia di Natale da record con temperature di oltre +20°C da Nord a Sud, finanche sulle Alpi, persisterà ancora nei prossimi giorni e si rinforzerà ulteriormente fino a 1040hPa diventando poderoso proprio a fine anno sull’Europa centro/occidentale, soprattutto in Francia, dove per Parigi si prospettano tanti giorni con nebbia da inversione e temperature notturne vicine ai +10°C.

Sull’Italia, invece, arriverà il freddo: sarà proprio l’Anticiclone a spingere lungo il proprio bordo orientale correnti d’aria gelida provenienti dall’Europa nord/orientale tramite i Balcani verso il nostro Paese. L’aria fredda arriverà proprio l’ultimo giorno dell’anno, Lunedì 31 Dicembre 2018, accompagnata da forti venti di grecale. Le Regioni più colpite saranno quelle Adriatiche e meridionali. Proprio tra Lunedì sera e Martedì mattina, durante la Notte di San Silvestro, avremo anche delle precipitazioni che porteranno la neve a bassa quota, fino ai 300 metri tra Abruzzo, Molise, Puglia e zone interne di Lazio, Campania e Basilicata, fino ai 500600 metri in Calabria e Sicilia. E’ ancora troppo presto per definire le zone più colpite dalle nevicate, che non saranno abbondanti ma arriveranno fino a quote collinari. Nel giorno di Capodanno, Martedì 1 Gennaio 2019, le condizioni del tempo miglioreranno gradualmente, con le ultime precipitazioni residue al mattino (nevose a quote molto basse), e schiarite nel pomeriggio. Le temperature rimarranno decisamente basse, tipicamente invernali, per tutto il giorno.

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.