Mar. Mag 11th, 2021
Il latitante Angelo Filippini è rientrato in Italia, nella tarda serata di ieri, scortato da personale dello SCIP – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.
Filippini, arrestato nell’aprile scorso dopo una latitanza di ben 22 anni, era stato rintracciato a Temara, una cittadina della costa marocchina a pochi chilometri dalla capitale Rabat, dai Carabinieri del Reparto Operativo-Nucleo Investigativo di Como dopo una lunga attività d’indagine.
Coinvolto nell’operazione “Smirne” e uomo di fiducia dell’organizzazione ‘ndranghetista “Spinella-Ottinà”, operante nel in particolare in Calabria e Lombardia, deve scontare oltre 11 anni di reclusione per traffico internazionale di droga.
Dettagli ulteriori verranno forniti alle 12 in una conferenza stampa presso il Comando Provinciale Carabinieri di Como.
Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.