A Varapodio un successo il Presepe dell’Associazione Culturale “Presepisti Crucitti”

504

 

   La cittadina di Varapodio in Provincia di Reggio Calabria, da moltissimo anni è nota per l’arte presepiale del Prof. CRUCITTI ROCCO & Figli, Presepisti dal 1955 e la loro omonima Associazione Culturale che è operativa dal 2011. Difatti, i Presepisti Crucitti e la loro Associazione realizzano su richiesta presepi e mini presepi, tradizionali e meccanizzati, ed anche, il loro grande e suggestivo Presepe artistico, tradizionale ed elettromeccanizzato in stile storico, che ogni anno si rinnova, con cui attirano durante le festività natalizie, moltissimi visitatori che giungono da diverse località, sia dalla Calabria che dalla Sicilia. Le loro opere presepiali sono molto apprezzati per la loro valenza spirituale, cristiana, catechetica, artistica, didattica, socio-culturale, ecc. Ed ogni anno suscita interesse, sia attraverso emittenti radiofoniche e televisive locali, regionali e nazionali che della stampa, locale, regionale e nazionale, con diversi articoli che elogiano, le peculiarità artistiche e spirituali dei loro presepi, ed anche per il significato religioso che in modo eccellente comunicano ai visitatori. Sono anche vincitori di diversi concorsi presepiali. Anche quest’anno l’ideazione e la realizzazione di quest’opera d’arte sacra l’ha realizzata l’artista Nicola Rocco Crucitti, insieme ai suoi fratelli in particolare Carmelo il tutto ben coordinato dal loro padre. I visitatori possono ammirare non solo la ricostruzione storica dei luoghi e dei personaggi, lo scenario suggestivo della natività, il paesaggio, anche, un accostamento fedele con gli antichi mestieri al tempo di Gesù con quelli dei nostri nonni in Calabria. Infatti, con l’ausilio della meccanizzazione e degli effetti speciali, sonori e musicali possono vedere in opera ad, es.: gli artigiani nelle loro botteghe: calzolai, maniscalchi, ecc.; macellai che uccidono il maiale ed esce il sangue, come avveniva in passato; il frantoio con la macina per la spremitura delle olive ed esce l’olio; le donne e i bambini che con le anfore attingono l’acqua dalle fontane per il fabbisogno giornaliero; il fiume con i pesciolini veri; il pescatori che pescano nel fiume; le donne che lavano i panni al fiume; le bancarelle con le varie mercanzie; numerosi soldati romani; gli uccellini che si muovono tra gli alberi; gli animali per le vie, ecc.. La nebbia, la nevicata, i fiocchi di neve che scendono dal cielo, ed il paesaggio innevato che fa da sfondo al mistero della Natività. L’alternanza del giorno che segue la notte; ecc.. Mentre al calar della sera, si accendono le lucine nelle casette e poi quelle per le vie, nel cielo la luna, le stelle e la stella cometa, ecc.. Il tutto è uno spaccato di vita contadina, umile e semplice come ancora oggi avviene in molti Paesi poveri del Sud del Mondo. Ogni anno lo realizzano nel rispetto della nostra tradizione cristiana cattolica mettendo con tanto amore e fede. Il 16 Dicembre 2018 l’hanno inaugurato è rimarrà aperto tutti i giorni dalle ore 15,30 alle 20,00, fino al 31 Gennaio 2019, a Varapodio (RC), in Via S. Nicola n° 10, l’ingresso è gratuito. Il parroco don Gaudioso Mercuri l’ha benedetto il 25 Dicembre, come hanno sempre fatto i suoi predecessori. Molte scuole di ogni ordine e grado si sono già prenotati per la visita guidata.

 

 

 

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.