Africo: in lotta con la burocrazia per una protesi all’occhio

594

Questa é la storia di Favasuli Gerolima di Africo, di anni 71.
Una storia che inizia con una diagnosi incresciosa: una forma di cancro che aggredisce l’orbita dell’occhio, colpisce la donna.
A dicembre dello scorso anno le hanno dovuto asportare così l’occhio sinistro che è stato successivamente sostituito da un tappo in silicone nell’attesa di un imminente protesi. Ma a distanza di un mese la situazione non accenna a cambiare. Da Catanzaro giungono risposte positive, ma è a Siderno che la situazione cambia. Pare infatti che non risultino i fondi stanziati per le cure protesiche. Attraverso i microfoni della nostra emittente televisiva, parla il marito Casile Cosimo che da allora combatte ogni giorno contro la burocrazia, affinché venga garantita una protesi a sua moglie.

SEGUE INTERVISTA

MARCELLA MESITI|redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.