Dom. Mag 9th, 2021

‘Calabresi non omertosi, non sanno con chi parlare’

“Continuate a inondarci di denunce, di esposti e di richieste per essere sentiti”. A dirlo è stato il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri nel suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario. “Da due anni e mezzo – ha detto – la Procura ha un ufficio in cui tutte le parti offese, gli usurati, gli estorti, possono venire a incontrarmi, io ricevo tutti. Ci sono circa 300 persone che chiedono di essere ricevute ma almeno una volta alla settimana, dalle 14 alle 21, ricevo tutti. Questo è un fatto importante, dare fiducia ai cittadini. I calabresi non sono omertosi, i calabresi non sanno con chi parlare. Continuate a denunciare, a venire a trovarci. Se la gente bussa alla nostra porta vuol dire che spera di poter risolvere il suo dramma, che può essere piccolo o bagatellare ma per loro è la vita”. “Quest’anno – ha aggiunto Gratteri – posso dire con grande soddisfazione che vi è stato un aumento del lavoro del mio ufficio, in quantità ma soprattutto in qualità e non solo per quanto riguarda reati di stampo mafioso. Ma questo non è un caso – ha proseguito – abbiamo avuto delle attenzioni da parte dei vertici delle forze dell’ordine, oltre che dal ministro precedente Orlando e dall’attuale guardasigilli Bonafede. Questo ci conforta nel pensare che forse siamo credibili, meritiamo fiducia e per questo ciò che abbiamo chiesto ci è stato dato. Voglio ringraziare il Prefetto di Catanzaro Francesca Ferrandino che con la sua autorevolezza e capacità di sintesi, in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, dimostra grande sensibilità nel preoccuparsi della sicurezza del mio ufficio. Ringrazio i quattro questori presenti, di Catanzaro, Crotone, Cosenza e Vibo Valentia, che hanno la fortuna di dirigere uomini di primissimo piano che il capo della Polizia ha mandato. Ringrazio il generale Vincenzo Paticchio, comandante della Legione dei carabinieri Calabria che ormai da tre anni sta dirigendo i suoi uomini, in particolare, i quattro colonnelli dei carabinieri, investigatori di primissimo piano, tra i migliori d’Italia che stanno facendo grande sinergia con il Ros centrale e il Ros distrettuale. Ringrazio la Guardia di finanza che sta facendo grandi cose, sta triplicando i risultati. Anche questo non è un caso”. Gratteri ha anche ringraziato i suoi magistrati: “Stanno dimostrando, dal più giovane al più anziano, non solo professionalità ma anche grande dedizione per l’ufficio”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.