Fuga di notizie dal CSM: presto i dovuti provvedimenti

417

Una necessaria attenzione da parte dei consiglieri e della struttura amministrativa. Questa la richiesta del vicepresidente David Ermini, richiamando la responsabilità di tutti per ciò che sta riguardando la fuga di notizie su atti interni del Csm.
Preoccupazione iniziata la scorsa settimana, quando vennero pubblicati stralci di verbali delle audizioni del procuratore e del Pg di Catanzaro, Nicola Gratteri e Otello Lupacchini.
Uno screzio superato, il caso è rimasto circoscritto e non ha avuto ripercussioni nell’ambiente giudiziario. Secondo la Commissione non ci sarebbero stati gli estremi per una procedura di trasferimento per incompatibilità dei due magistrati.
Più recentemente invece a far discutere i consiglieri e’ stato un articolo di qualche giorno fa, in cui si riportavano ampi stralci di un parere reso dall’Ufficio Studi alla Commissione Verifica titoli del Csm, sull’incompatibilita’ tra il ruolo di consigliere e l’incarico di coordinatore e responsabile scientifico del Centro di ricerca dell’Università di Catanzaro a cui era interessato il componente laico Fulvio Gigliotti, del M5S.
Tre mesi fa Gigliotti aveva chiesto alla Commissione un parere sull’incarico, decidendo di lasciar perdere una volta appresa l’incompatibilita’, senza che si arrivasse a una pronuncia della Verifica titoli.
Ieri lo stesso Gigliotti ha riportato la vicenda in plenum, per esprimere “preoccupazione” sulla divulgazione indebita di atti interni del Csm.
Giunta da tutti i gruppi la solidarietà al calabrese Gigliotti esprimendo le loro considerazioni e definendo tale notizia “errata e denigratoria”.

redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.