IL CIRCOLO CONCA GLAUCA DI BOVALINO E IL “VIAGGIO DELLA MEMORIA DEI FRATELLI PER NON DIMENTICARE

507

 Il Circolo culturale Conca Glauca di Bovalino ha solennizzato, domenica sera, la giornata della memoria con la presentazione di due interessanti libri dal titolo rispettivamente “Un calabrese a Mauthausen” e ” Il Viaggio della memoria”. La particolarità dell’ incontro , organizzato dalla presidente del Circolo, Marinella Violi, e nel corso del quale si parlato a lungo, anche grazie ad un approfondito dibattito, delle tragiche vicende che si sono accompagnate alla Shoah, rimane il fatto che i due libri sono stati scritti rispettivamente dal compianto Rocco Ventra , deportato siciliano sopravvissuto allo sterminio di Mauthausen con pagine struggenti sulla sua prigionia, e poi nel secondo libro dai suoi figli Giuseppe e Giacoma Ventra che hanno voluto, recentemente, prima ripercorrere i luoghi della deportazione del loro genitore e visitare “l’inferno” del campo di concentramento e riportare, poi, le loro impressioni, sulla carta.. Al convegno, che si è svolto presso i saloni del Circolo, ha partecipato anche il sindaco di Bovalino Vincenzo Maesano che ha espresso le sue considerazioni sul genocidio ebraico e sulle tragiche vicende di quegli anni non mancando di soffermarsi sulla necessità che quei ricordi vengano riproposti ai giovani “per non dimenticare”.. L’intervento del primo cittadino ha fatto seguito alla introduzione della presidente Marinella Violi che ha anche annunciato che il ricavato della vendita dei libri per espressa volontà della famiglia Ventra sarà devoluto in beneficenza a famiglie bisognose della città- La relazione di base è stata fatta dalla prof.ssa Pina Cappelleri che in maniera semplice ma molto efficace è entrata nel cuore dei due scritti suscitando visibili emozioni. Poi Giuseppe Ventra,nel raccontare alcuni episodi del suo “viaggio nella memoria”, nel soffermandosi su alcune pagine non ha potuto nascondere la sua commozione. Molto interessante anche il dibattito che si è successivamente aperto e al quale tra gli altri hanno partecipato lo stesso editore Domenico Laruffa. il docente universitario Franco Scarpino, la scrittrice Caterina Mammola, la presidente della Fidapa di Siderno Lina Milardi e il presidente del Corsecom Mario Diano. Da tutti l’auspicio che il mondo non viva più quelle tremende esperienze..

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.