Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Legambiente: presentato il dossier al II Ecoforum Calabria, “Economia circolare dei rifiuti”

381

In occasione della II Edizione di EcoForum Calabria “L’economia circolare dei rifiuti”, è stato presentato al Palazzo della Provincia di Cosenza, il report annuale di Legambiente.
Un dossier che dimostra come si possano ottenere buoni risultati nella raccolta differenziata.
Non è mancata la presenza del presidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani, il presidente regionale, Francesco Falcone, Laura Brambilla responsabile nazionale della campagna “Comuni Ricicloni” e tanti circoli da Roccella a Scala Coeli e San Giovanni in Fiore, da Catanzaro a Vibo.
Sono 63 i Comuni che superano il 65%.Tra le province più virtuose, continua a rimanere in testa Cosenza con ben 45 Comuni ricicloni raggiungendo il 49,55% (+14% rispetto al 2015), seguita da Catanzaro con il 47,82% (+25,62% rispetto al 2015), poi Vibo Valentia con il 32,77% (14,27% rispetto al 2015), Reggio Calabria con il 28,69% (17,19% rispetto al 2015), infine la provincia di Crotone con il 22,90% (+11% rispetto al 2015). La Calabria, nel suo complesso registra un notevole miglioramento rispetto al 2015.
La raccolta differenziata cresce ma continuiamo a dipendere dalle discariche. Ancora vengono utilizzate quella di Scandale in provincia di Crotone per circa 500 mila metri cubi, fanno inoltre discutere le dannose questioni della discarica di Celico.
Se da una parte aumenta la raccolta differenziata, che necessita ancora di miglioramenti per ciò che concerne la lavorazione e il riutilizzo dei rifiuti, dall’altra la Calabria ha carenza di impianti di compostaggio di prossimità che ridurrebbero la dipendenza delle discariche e renderebbero i rifiuti una risorsa da valorizzare sul territorio.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.