Messina e Reggio Calabria si preparano alla neve: le Prefetture si mobilitano, tutti i dettagli

332

Fa sempre più freddo nello Stretto di Messina: la temperatura è crollata agli attuali +8°C pomeridiani, e continua a soffiare un forte vento di tramontana che ha sfiorato i 60km/h nelle raffiche odierne più forti. Il cielo continua a presentarsi nuvoloso, dopo i rovesci di neve tonda che stamattina hanno portato le prime brevi nevicate (senza accumulo) a Reggio Calabria e in alcune zone di Messina. Dopotutto il maltempo di oggi è stato soltanto un piccolo antipasto di quanto accadrà domani, Venerdì 4 Gennaio: come ampiamente previsto nei precedenti aggiornamenti, sarà infatti proprio domani la giornata “clou” di freddo e maltempo, e la neve potrebbe arrivare a posarsi addirittura in riva al mare, in modo analogo a quanto accaduto il 31 Dicembre 2014 e poi successivamente il 6 Gennaio 2016. Lo Stretto si prepara a quella che potrebbe essere la terza nevicata negli ultimi quattro anni: è evidente come in un contesto di clima sempre più caldo e di inverni sempre più brevi, le ondate di freddo siano tanto più rare e brevi quanto più intense. Nevica sulle coste di Calabria e Sicilia con una facilità incredibile rispetto a quanto non accadesse nei decenni precedenti.

 

Domani le temperature diminuiranno ulteriormente: in serata durante le precipitazioni la temperatura potrebbe avvicinarsi moltissimo a 0°C. Le precipitazioni saranno più intense e abbondanti sulla fascia tirrenica delle due province, imbiancando Capo d’OrlandoPattiBarcellona Pozzo di GottoMilazzoVilla San GiovanniScillaBagnaraPalmi, tutta la Costa Viola e la Piana di Gioia Tauro. Tanta neve su NebrodiPeloritani e Aspromonte fin a quote collinari. Sarà una grande nevicata che si concluderà soltanto Sabato mattina.

Anche a Messina e Reggio Calabria la neve è più probabile nelle zone settentrionali delle città, più esposte alle correnti settentrionali. I venti, comunque, saranno più calmi rispetto ad oggi e la neve arriverà anche nelle zone joniche e meridionali, in alcuni casi copiosa sulle colline peloritane di ItalaAlì TermeNizza di SiciliaRoccalumeraFurci SiculoSanta Teresa di RivaSant’Alessio SiculoForza d’Agrò e Taormina.

Entrambe le Prefetture, di Messina e di Reggio Calabria, si sono già mobilitate con tavoli d’emergenza, per prevenire con le dovute misure precauzionali, situazioni di grave criticità. Particolare focus alla viabilità con l’obbligo di catene a bordo nelle principali arterie viarie del territorio.

strettoweb.com

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.