Gio. Gen 28th, 2021

La Compagnia della Guardia di Finanza di Paola (CS) ha scoperto un evasore, che dal
2014 non ha presentato alcuna dichiarazione dei redditi pur avendo conseguito ricavi per
oltre 236 mila euro.
I Finanzieri hanno smascherato la società “fantasma”, operante nella Provincia di
Cosenza e con un ufficio anche a Roma, attiva nel settore della “fabbricazione di acqua
minerale e bevande analcoliche”, grazie all‘individuazione “mirata“ del soggetto economico
attraverso l’attività di controllo del territorio e l’utilizzo delle banche dati a disposizione
della Guardia di Finanza, che complessivamente hanno consentito di sviluppare una
specifica analisi di rischio e di rilevare significativi elementi di pericolosità sotto il profilo
fiscale, originando una preordinata attività di controllo.
L’attività ispettiva è stata resa particolarmente difficoltosa a causa della mancata
esibizione e consegna della documentazione contabile, da parte del contribuente
sottoposto a controllo.
Ciononostante, anche attraverso riscontri effettuati nei confronti di numerosi operatori
commerciali del settore, le Fiamme Gialle calabre hanno ricostruito la reale posizione
fiscale della società, le vendite effettuate e gli utili conseguiti.
Al termine del controllo fiscale è stata rilevata, quindi, la mancata dichiarazione di ricavi
per oltre 236 mila euro e sono state calcolate imposte evase per oltre 123 mila euro.
Inoltre, l’amministratore e legale rappresentante della società è stato denunciato
all’Autorità Giudiziaria, per la commissione del reato di “Occultamento o distruzione di
documenti contabili” ed ora rischia anche la reclusione fino a sei anni.
Prosegue l’attività da parte della Guardia di Finanza calabrese a tutela dei cittadini e degli
imprenditori onesti, al fine di evitare sleali ed illecite concorrenze che sfruttano e si basano
su comportamenti illeciti per avvantaggiarsi sul mercato a scapito degli operatori corretti

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.