Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

SERIE D | LOCRI APPLAUDE LA PRODEZZA DI CARBONE

200

La splendida semirovesciata del capitano è valsa il pari con la Nocerina.

Finalmente punti casalinghi per il Locri targato Pellicori al termine della combattuta gara con i molossi rossoneri di mister Viscido: è finita con due gol per parte, ma l’incontro ha offerto peculiari momenti di interesse per come si è sviluppato il risultato. Pareva, infatti, che gli amaranto si avviassero verso la sesta sconfitta interna consecutiva dopo che la Nocerina era arrivata, al 39’ del primo tempo, al doppio vantaggio, frutto di alcune incertezze, una in difesa e l’altra a centrocampo, che avevamo spianato la strada alle due reti avversarie.
Invece la rotta è stata brillantemente invertita dall’undici jonico con una vigorosa reazione subito dopo la seconda rete subita e con la rete di De Marco sul finire del primo tempo, che ha riaperto la luce della speranza. E nella ripresa le redini della gara sono passate in mano al Locri, che ha chiuso gli avversari nella propria metà campo e, pur non arrivando spesso a conclusione, ha comunque dare prova d articolate e ragionate geometrie, nonché, soprattutto, di tenere in pugno la partita.
Poi, a compimento di una prestazione convincente, e arrivata la… befana di Matteo Carbone al 27’ del secondo tempo: tonico fina dall’inizio l’attaccante di Marina di Gioia, rientrato in amaranto dopo una parentesi romana per motivi di lavoro, ha guardato lo spiovente di Foti scendere giù proveniente da destra e, all’altezza del dischetto del rigore, con le spalle alla porta ed i possenti difensori nocerini incollati addosso, si è incaricato e con una splendida semirovesciata di destro ha infilato la sfera dove il pur bravo Novelli non poteva arrivarci. Un gol di quelli che vedono di rado.
Naturalmente soddisfatto l’attaccante locrese, domenica pure con i galloni da capitano e comunque non nuovo a realizzazioni di pregevole fattura (indimenticabile il gol al Siderno nel derby di due anni da dopo oltre cinquanta metri di arrembante discesa): “Mi era dispiaciuto – dice Carbone – dover andar per motivi lavorativi al termine della stupenda passata stagione e sono ora convintamente tornato, con voglia di dare il massimo per questo grande pubblico. Certo la rete è stata di buona fattura ed il gesto tecnico certamente apprezzabile. Comunque è più importante che tutta la squadra abbia cominciato a girare a dovere ed abbiamo ampiamente meritato il pareggio. Peccato per il doppio svantaggio iniziale, che ci ha condizionato, ma poi abbiamo fornito una prova gagliarda in ogni reparto è siamo stati giustamente premiati”.
Domenica in campo, ovviamente emozionatissimo, anche Francesco Marte, allievo classe 2002, scuola Audax Locri: il sedicenne difensore, gran fisico, è stato coraggiosamente messo in campo da Pellicori in una gara delicata ed ha disputato un discreto primo tempo. Domenica di va a Portici: gara importante, con i campani reduci dalla sorprendente e sonante vittoria a Castrovillari.

CARMINE BARBARO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.