SERIE D | ROCCELLA IN NETTA INVOLUZIONE TECNICA. E’ NECESSARIA UNA SCOSSA PER IL GRUPPO

387

Dopo la deludente prestazione nel derby di Locri

Roccella colpito e abbattuto come un pugile suonato ormai al bordo del ring. Anche a Locri, dove tra l’altro le squadre ospiti, da quando è stato inaugurato il nuovo impianto di gioco, non avevamo mai perso, la squadra di Passiatore ha fatto flop. A parte alcuni cambi discutibili e alcune scelte tecniche poco comprensibili, nel derby il Roccella, come del resto era successo anche all’andata (2-0 per il Locri) ha davvero toppato il match, mettendo anche in mostra seri limiti offensivi, uno squilibrio tra i reparti, una vulnerabilità evidente lungo le corsie esterne e notevoli limiti sul piano della tenuta fisica.

Nel grigiore generale solo il portiere Spano e i centrocampisti Pizzutelli, Osei e Asselti sono riusciti a guadagnarsi la sufficienza. Alla luce di ciò appare chiaro e nitido un aspetto: se il Roccella di Passiatore non si affretterà, in tutti i sensi, a cambiare marcia quest’anno sarà davvero difficile evitare a fine stagione di giocare i playout. Urge anche, un questa ultima settimana di mercato professionista che resta, prendere almeno altri tre giocatori, tra over e fuoriquota, tra cui due attaccanti. In questi ultimi giorni di mercato, comunque, è probabile anche partenza di rilievo (Faella ?). Già domenica prossima nella gara casalinga contro l’Acireale la squadra di Passiatore dovrà, a tutti i costi, accaparrarsi l’intera posta in palio: rientreranno, dopo la squalifica, due perni della difesa amaranto: il portiere Scuffia e il difensore centrale Amelio.

ANTONELLO LUPIS (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.