SIDERNO (RC): INCIVILTA’ AVANTI TUTTA

418

 “I rifiuti urbani indifferenziati, opportunamente raccolti e richiusi in idonei sacchetti, devono essere conferiti esclusivamente negli appositi cassonetti”. Recita così uno dei tanti inviti dell’amministrazione comunale alla cittadinanza . Invito, però che, un cerrto numero di cittadini, da quando è stata attivata la raccolta differenziata e da quando, cioè è parrtita la campagna cittadina per migliorare il servizio e la stessa qualità di vita della comunità, non è stato per nulla recepito. Anzi …E se sino a tempo addietro il fenomano dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti pareva una conseguenza di cattiva informazione o limitato a qulche sparuto gruppo di “abusivi” sembra, purtroppo, che il temnpo anzicè limitare il fenomeno lo stia , per cerrti versi, amplificando. Abbiamo ampiamente parlato nei giorni scorsi della delicata problemtica che si accompagna all’abbandono dei rifiuti “ingombranti” ( ma non solo), in Piazza Mercato un malcostume che non solo non accenna a diminuire ma che ha ormai fatto diventare quella impoprtante zona della città una vera e propria discarica a cielo aperto. Siamo costretti, adesso, a ritornare sul problema dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti anche lungo le vie ( pure centrali ) della città, altra deleteria abitudine che i soliti incivili continuano a perpèretare in barba a tutte le ordinanze e alle stesse regole del buon vivere civile. E, peraltro, si sta verificando anche il fatto che – come purtroppo spesso avviene quando il malcostume non si stronca sul nascere – sacchetto tira sacchetto e si formano pioccole discariche che da sole inducono gli irriducibili maniaci dell’inciviltà a fare diventare questi spazi una meta continua per i loro quotidiani “abbandoni”. Una di queste zone, ma non certamente l’unica, è il prolungamento di via Torrente Garino a poche diecine di metri dal campo sportivo Francesco Romeo e ad un tiro di schioppo di alcune scuole oltre che della centralissima Via Amendola, zona residenziale della città. Lungo la via in questioneè facile vedere sparpagliati, qui e la, vari sacchetti di spazzatura ma nell’ultimo periodo è stata presa di mira una zona specifica proprio di fronte ad alcune villetrte dirimpetto al campo sportivo. Prima un sacchetto, poi due, poi, tre e via dicendo quasi a fare da contraltare ad un vecchio successo canoro di Edoardo Vianelo che ha fatto la gioia delle pregresse generazioni. Ma se quella canzone serviva a far divertire questo, certamente, non si può dire deila problematica in questioen che non slo irrita la gente e pesa sull’impatto visivo della zona in questione ma diventa anche nociva perchè induce ratti, cani randagi e gatti a frequentare assiduamente la piccola discarica e sparpagliare spesso i rifiuti lungo la strada. Se si pensa che la condizioen basilare della raccolta dei rifiuti solido urbanio quando si fa la differenziata deve avvenire per frazioni merceologiche e viene anche raccomandato che devono puliti e privi di elementi che potrebbero impedire il recupero e riciclo degli stessi, tanto che è vietato introdurre negli appositi contenitori materiali e rifiuti diversi da quelli previsti sarebbe il caso proprio di farsi una risata. Ma tant’ è. Purtroppo la raccolta differenziata a Siderno ha generato questo fenomeno che si sperava riamnesse transitorio . Adesso bsogna invece prendere atto che ha assunto un aspetto rilevante probabilmente perchè c’è ancora un alto numero di persone non iscritte al ruolo dei rifiuti che probabilmente non potendo utilizzare i mastelli per la raccolta differenziata si devon arranciare in questo barbaro modod. Quando cesserà il fenomeno ?

Aristide Bava

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.