TAURIANOVA, UNA FOLLA COMMOSSA HA SALUTATO SISSY. IERI I FUNERALI

572

C’era tanta gente a dare l’ultimo saluto a Sissy Trovato Mazza, l’agente di polizia penitenziaria morta nei giorni scorsi dopo due anni di agonia. In coma per un colpo di pistola sparato nell’ascensore dell’ospedale civile di Venezia e intorno a cui si è formato un giallo tutto da decifrare. Suicidio o omicidio?  La folla commossa si è radunata nel pomeriggio ieri presso la Chiesa Maria Santissima delle Grazie a Taurianova per dare l’ultimo saluto terreno a Sissy.

Tante le presenze istituzionali, i rappresentanti delle forze dell’ordine, i colleghi di lavoro, le compagne di squadra del calcetto che non hanno voluto far mancare la loro vicinanza e l’affetto ad una ragazza che adesso merita che giustizia venga fatta intorno alla sua vicenda. La Chiesa gremita in ogni ordine di posto ha voluto testimoniare il profondo dolore della città nei confronti della sua famiglia. Le parole del parroco Giuseppe De Raco hanno rafforzato ulteriormente il legame esistente tra i cittadini di Taurianova e la sua figlia, Sissy.

La dignità del dolore, la commozione hanno arricchito di valore la tempra della famiglia Trovato Mazza, battagliera da sempre per difendere l’onore di una servitrice dello Stato malgrado rabbia, sconforto, senso d’impotenza in questi ultimi due anni sono stati la costante di questa vicenda.  Il tricolore intorno alla bara, la sua maglietta della squadra di calcetto e il suo cappello d’ordinanza danno l’idea di che era Sissy. Ragazza semplice, attaccata alla vita e ai suoi affetti, al suo senso del dovere verso le istituzioni e al suo Paese che ha difeso fino all’ultimo respiro.

IL SERVIZIO ALL’INTERNO DEL TGNEWS

redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.