Morrone lascia Forza Italia e si “sposta” nel gruppo misto

271

Il consigliere regionale abbandona i berlusconiani: «Non condivido più l’indirizzo politico nazionale del partito». Un’addio soft (e annunciato)

«Questa mattina ho deciso di lasciare il gruppo consiliare regionale di Forza Italia, cui in questi anni ho prestato la mia attività politica, e di aderire a quello Misto». Così il consigliere regionale Ennio Morrone, sul cui atteggiamento indipendente (per i sostenitori, oppure ondivago, per i detrattori) si scrive da tempo, specie dopo il sostegno offerto al centrosinistra – in chiave anti-Occhiuto – alle ultime comunali di Cosenza. I toni, al solito, sono soft: «Ringrazio –dice Morrone- gli ex presidenti del suddetto gruppo ovvero il collega Alessandro Nicolò per gli anni trascorsi e, per l’ultimo periodo, Mimmo Tallini e Claudio Parente con i quali ho instaurato un’amichevole e proficua collaborazione maturata durante la mia permanenza all’interno della formazione azzurra».
La motivazione dell’addio trova sostanza in quella che Morrone definisce una mutazione dei princìpi politici del partito: «Sebbene non iscritto formalmente a Forza Italia da più tempo ne condividevo comunque l’indirizzo politico: circostanza, questa, venuta a mancare non per accadimenti di carattere locale quanto per una mutata impostazione nazionale dello stesso. Ecco perché – conclude il presidente della commissione speciale di Vigilanza della Regione Calabria – non ho ritenuto più opportuno continuare a operare in seno a tale compagine dove ho sempre lavorato nell’esclusivo interesse dei calabresi». Nulla da ridire, dunque, sulle iniziative del partito regionale, mentre l’impostazione politica nazionale non convince il consigliere cosentino.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.