Dom. Mag 16th, 2021
Personale della Polizia di Stato, dei carabinieri e della Guardia di finanza hanno attuato le operazioni di sgombero di due immobili appartenuti ad una famiglia di ‘ndrangheta, attiva nel territorio di Rosarno, e illecitamente occupati. L’attività si è svolta senza turbative per l’ordine pubblico. Lo riferisce, in una nota stampa, la Prefettura di Reggio Calabria.
Uno dei beni, già destinato dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata al Comune di Rosarno per finalità alloggiative, è stato consegnato all’ente dalla stessa Agenzia, mentre l’altro, di interesse governativo, sarà presto destinato.
“Sono 36 gli immobili sgomberati – é detto nel comunicato della Prefettura – da quando è partito il ‘Piano straordinario sgomberi’ disposto dal prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari: appartamenti, ville e terreni, occupati dagli stessi proposti o da loro familiari e amici, finanche attività commerciali condotte dagli stessi, sono stati restituiti alla collettività. I risultati raggiunti con l’attuazione del Piano straordinario sgomberi segnano l’ennesimo punto a favore dello Stato nell’incessante lotta di contrasto alla ‘ndrangheta e di ripristino della legalità: gli sgomberi hanno infatti interessato, oltre al capoluogo, 16 Comuni dell’intero territorio metropolitano”.
Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.