PORTI: SINDACI PIANA GIOIA TAURO, INTERVENGA TONINELLI

386

Chiesto incontro a ministro dopo annuncio licenziamenti

I sindaci della Piana di Gioia Tauro hanno scritto al ministro delle Infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli per discutere della situazione del porto di Gioia Tauro e dell’intera area alla luce dell’annuncio di nuovi licenziamenti. “Purtroppo per come a sua conoscenza – scrivono i sindaci di Melicuccà Emanuele Oliveri, presidente del consiglio direttivo dei Sindaci della Piana Gioia Tauro, e il sindaco di Rosarno Giuseppe Idà, presidente dell’Assemblea dei Sindaci della Piana – la crisi del Porto sembra ormai un processo inarrestabile, ed il serio rischio di ulteriori licenziamenti minacciato dalla Medcenter in questi giorni, se concretizzati, comporterà una vera e propria catastrofe economica e sociale per migliaia di famiglie. Il Porto di Gioia Tauro, assieme al settore agricolo anch’esso in profonda crisi, rappresenta l’ultima speranza per la maggior parte delle famiglie dell’interno comprensorio della Piana di Gioia Tauro e Rosarno, già fortemente provate da una crisi economica ed occupazionale che non ha pari in Europa. Per tali ragioni non possiamo permetterci ulteriori licenziamenti che se effettuati avrebbero un impatto devastante sull’economia del territorio, gettando sul lastrico centinaia di lavoratori e loro famiglie. Noi sindaci, stiamo vivendo al pari dei lavoratori, ore di angoscia per gli annunciati licenziamenti, ed abbiamo deciso di testimoniare al fianco degli stessi la nostra vicinanza e solidarietà organizzando un sit-in all’entrata dello scalo, per martedì 19 febbraio”. “Con la presente – conclude Idà – le chiediamo di essere ricevuti in delegazione al suo Ministero al fine di renderla edotta personalmente delle istanze che provengono dal nostro territorio e rappresentare con voce unanime il grido di dolere che proviene da una area del Paese che non ha ancora ammainato la bandiera della speranza. In quella circostanza ribadiremo la nostra disponibilità ad individuare un percorso comune e condiviso per il rilancio dello scalo portuale ed il concreto avvio dell’area Zes”.,

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.