Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

ROCCELLA: NON SAREBBE DOLOSO L’INCENDIO DELL’ AUTO DELL’ING. GARUCCIO

421

Secondo la relazione effettuata dai Viglili del Fuoco del distaccamento di Siderno, che sono intervenuti Sabato sera a Roccella per sedare le fiamme che hanno avvolto l’auto dell’Ing. Vincenzo Garuccio, l’incendio non sarebbe di origine dolosa ma le fiamme sarebbero partite internamente al vano motore dell’auto, ne sul posto sarebbero stati ritrovati oggetti o liquidi che farebbero pensare ad un intervento esterno. Dagli elementi in loro possesso dunque, non hanno dubbi i Pompieri sulla non dolosita’ dell’incendio. Nonostante ciò i Carabinieri di Roccella Jonica stanno continuando ad indagare, dopo aver verificato le immagini delle telecamere che avrebbero ripreso delle scene del fatto. In una scena in particolare viene ritratta la sagoma di una persona che si allontana a passo spedito dall’automobile dopo che la stessa era rimasta avvolta da fumo nero. Potrebbe comunque essere una delle due persone che avrebbero telefonato ai Vigili del Fuoco. Ma sia il luogo  (frequentato, ben illuminato e videosorvegliato), sia la causalità della sosta dell’auto (di sabato sera e non in orario lavorativo, ore 21.00 circa) fanno ritenere agli inquirenti che sia poco probabile un’azione delittuosa. Per ora dunque in Procura non esiste un’ipotesi di reato, tenendo anche in debito conto la relazione dei Vigili del Fuoco che come dicevamo non lascia margini ad azioni dolose esterne. Oggi ci sarà un Consiglio Comunale aperto per esprimere solidarietà al Presidente della Jonica Multiservizi che  invece potrebbe essere occasione per discutere di altri due fatti di cronaca sui quali ancora, nonostante le serrate indagini dei Carabinieri, non si conoscono i nomi dei colpevoli, ci riferiamo all’incendio dell’escavatore della ditta che sta eseguendo i lavori sul lungomare cittadino ed i colpi sferrati contro la vetrina di una cioccolateria di prossima apertura, su questo secondo fatto però sembra ci siano delle novità importanti,  gli investigatori hanno seguito una pista ben precisa che ha portato a dei risultati importanti, presto si potrebbero conoscere i nomi dei presunti autori, ma su tutto ovviamente c’è il massimo riserbo.

Giuseppe Mazzaferro | redazione@telemia.it

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.