Dom. Feb 28th, 2021

Il nuovo commissario alla Sanità Saverio Cotticelli fa emergere tutto il suo passato nella dichiarazione fatta nell’aula della Terza commissione regionale Sanità. “Bisogna bonificare il sistema sanitario dalla mafia. Non usa giri di parole l’ex generale dei carabinieri chiamato a sostituire Scura nel difficilissimo ruolo di commissario alla sanità calabrese. E va giù duro. Sollecitato dai vari consiglierei regionali presenti, ognuno dei quali esponeva le varie criticità sanitarie corrispondenti ai territori di riferimento ha affermato: “Sarà importante il dialogo – spiega il generale –  con prefetti sindaci, privati, e cittadini, per bonificare il sistema dalle infiltrazioni affaristico-mafiose illuminando con il faro della legalità le situazioni opache. E ripristinare i livelli essenziali di assistenza. La mia promessa è l’impegno assoluto, totale”. Chiaro è con le idee ferme nel ripristinare la legalità in un settore, quello sanitario, dove molte volte è prevalso il malaffare. “Affronteremo le problematiche – continua l’ex ufficiale dell’Arma – con umiltà, dialogando con tutti gli attori istituzionali e collaborando con i soggetti interessati”. Presente all’audizione anche il consigliere regionale Giuseppe Pedà il quale ha focalizzato i le crticità presenti nella Piana di Gioia Tauro a cominciare dai presidi ospedalieri di Polistena e Gioia Tauro, e sulle problematiche del nuovo ospedale di Palmi che stenta a vedere la luce.  Il consigliere ha rilanciato l’idea di assorbire gli ospedali spoke negli hub e separare la gestione dei territoriali.

IL SERVIZIO ALL’INTERNO DEL TGNEWS

redazione@telemia.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.