SIDERNO (RC): ANCORA ABBANDONO INDISCRIMINATO DI RIFIUTI

315

 Gli incivili non demordono. E di pochi giorni addietro la decisione della Commissione straordinaria di cercare di dare un “giro di vite” all’abbandono indiscriminato dei rifiuti lungo alcune vie, anche centrali, della città e la contemporanea ripulitura dei siti “inquinati “ dalla barbara usanza di questi incivili ma il problema si ripresenta. Punto limite dell’abbandono dei rifiuti era Piazza della cittadinanza Europea meglio conosciuta come Piazza Mercato perchà nella stessa si svolge il mercato settimanale cittadino ma c’erano anche altri siti come, ad esempio, la piu’ volte segnalata parte alta del prolungamento di Via Torrente Garino che erano mete abitudinarie di questa insulsa realtà. E proprio in questi siti si era appuntata l’attenzione della Commissione straordinaria che aveva provveduto a disporre una adeguata ripulita dando, appunto, comunicazione che sarebbero iniziati i controlli incrociati per stanare gli “sporcaccioni” ritenuti anche possibili evasori dei tributi. La pulizia c’è stata ma è durata poco. I siti sopramenzionati continuano ad essere meta pressocchè quotidiana dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti tanto che la stessa Commissione straordinaria in un ulteriore tentativo di far desistere gli incivili ha provveduto finanche a delimitare questi spazi con le classiche strisce bianche e rosse alle quali sono stati affissi ulteriori cartelli che minacciano sanzioni e avvertono della presenza di apposite telecamere. Servirà questa nuova iniziativa per scoraggiare gli untori ? Speriamo. E’ un peccato dover registrare queste spiacevole vicende che aggravano l’immagine di una cittadina già penalizzata dalle vicissitudini non solo politiche-amministrative degli ultimi tempi ma anche da una situazione economica pesante che negli ultimi anni ha pesato notevolmente sulla sua situazione generale costringendo alla chiusura molti esercizi commerciali. Una selle poche possibilità di ripresa di Siderno è legata principalmente al settore del turismo e, certamente, per i forestieri , l’essere costretti a vedere le brutte visioni che si accompagnano all’abbandono indiscriminato dei rifiuti non costituisce un buon biglietto da visita. Fermo restando che a cio’ si accompagna una precarietà igienica che può anche diventare pericolosa. Fanno bene, dunque, i commissari prefettizi a preparare le basi per la linea dura. Probabilmente solo se ci saranno esempi concreti la situazione si andrà a normalizzare.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.