Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

CASO RIACE, MIMMO LUCANO: “ANCHE IL GIP HA SCRITTO CHE NON HO TOCCATO UN EURO”

217

«Il mio è un caso politico, un caso che divide. Ma sono tranquillo. Si tenta di dimostrare l’impossibile, perché io non ho toccato nemmeno un euro e anche il gip lo ha scritto». Lo ha dichiarato Domenico Lucano, sindaco sospeso di Riace, all’indomani della notifica dell’avviso di fissazione dell’udienza preliminare per il primo aprile nei suoi confronti e di altri 29 indagati nell’ambito del procedimento penale relativo alla operazione “Xenia”.

 

Nell’inchiesta della Procura di Locri, che come pubblicato ieri da “Gazzetta del Sud” ha chiesto il rinvio a giudizio per tutti i 30 indagati, si contestano, a vario titolo, reati che vanno dall’associazione per delinquere,alla truffa con corrispondente danno patrimoniale per lo Stato, all’abuso d’ufficio e al peculato per aver distratto fondi pubblici per oltre 2 milioni di euro, fino alla concussione, alla frode in pubbliche forniture, al falso e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Accuse che si fondano sugli esiti investigativi dei finanzieri del Gruppo Locri.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.