Mar. Apr 16th, 2024

La Protezione civile sta montando 36 nuove tende di otto posti ciascuna nel sito provvisorio che accoglierà parte dei migranti che vivono attualmente nella baraccopoli. Per gli altri è previsto il trasferimento in Cas o Sprar della regione

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

È fissato per il 6 marzo l’avvio delle operazioni di sgombero e smantellamento della tendopoli per migranti di San Ferdinando dove negli ultimi anni ci sono stati tre incendi che hanno provocato altrettanti morti. In vista dello smantellamento della vecchia struttura, la Protezione civile sta montando all’interno del nuovo sito 36 nuove tende di otto posti ciascuna che serviranno ad accogliere parte dei migranti che vivono attualmente nel vecchio agglomerato. Per i migranti che non riusciranno a trovare posto nella nuova tendopoli è previsto il trasferimento in Cas o Sprar della regione.
Gli aspetti tecnici dell’operazione di sgombero sono stati definiti nel corso di una riunione tecnica nella Questura di Reggio Calabria presieduta dal questore Raffaele Grassi. Alle operazioni, insieme a polizia, carabinieri e guardia di finanza, parteciperanno unità del Genio dell’Esercito, dei vigili del fuoco, dell’Azienda sanitaria di Reggio Calabria e della Protezione civile.

Print Friendly, PDF & Email