LOCRI: INTITOLAZIONE VIE A VITTIME DI MAFIA

556

Questa mattina, alla presenza del fondatore di Libera, don Luigi Ciotti, cinque vie della città, nonostante la pioggia battente, sono state dedicate dedicate a vittime di mafia e di ‘ndrangheta.  “La Squadra Stato è tutta presente!”. Ha così commentato la sua prima uscita ufficiale da neo Questore in una manifestazione pubblica, Maurizio Vallone, insediatosi ieri alla guida della Questura di Reggio Calabria. Anche lui presente, assieme agli altri rappresentanti delle forze dell’ordine e della magistratura e Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera. Presenti anche il Procuratore di Locri Luigi D’Alessio e il Presidente del Tribunale di Locri Rodolfo Palermo.  Cinque strade per ricordare chi nella lotta contro i clan ha perso la vita. Le vie sono state intitolate alla memoria dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, all’imprenditore Vincenzo Grasso, ai medici Gino Marino e Nicolò Domenico Pandolfo, a Maria Teresa Pugliese, moglie dell’ex sindaco di Locri, Domenico Speziali e ai brigadieri Antonio Marino e Carmine Tripodi. Cosi su fb si è espresso il Sindaco Giovanni Calabrese: Locri non dimentica, ricorda! In un cammino di cambiamento e di riscatto è doveroso onorare la memoria di chi è stato brutalmente privato della vita e sottratto, con inaudita violenza, all’effetto dei propri cari. La Città di Locri ha avviato da parecchio tempo, con convinzione e determinazione, questo importante percorso per onorare la memoria delle vittime innocenti della città e del territorio con intitolazione di vie, strutture comunali e conferimento borse di studio. Dopo le iniziative degli anni scorsi, quest’anno, con la presenza di Don Luigi Ciotti, è stata onorata la memoria di altre vittime innocenti della ‘ndrangheta in un percorso che porterà al ricordo di tutte le persone perbene assassinate nella nostra città.

 

Lr-ecodellalocride.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.