Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

“Prima di andar via”: un pezzo di drammaturgia contemporanea in scena al Teatro Gioiosa. Per la rassegna del Centro Teatrale Meridionale lo spettacolo scritto da Filippo Gili con Giorgio Colangeli

267

Prosegue con “Prima di andar via” l’emozionante rassegna invernale messa a punto dal Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano, nell’ambito della XXVIII Stagione Teatrale della Locride 2018-2019.

 

Lo spettacolo andrà in scena Sabato 16 marzo, alle ore 21.00, presso il Teatro Gioiosa di Gioiosa Ionica.

 

“Prima di andar via” è una pièce brillante e dal ritmo incalzante, uno spettacolo toccante che ci mette in una situazione molto difficile: ci costringe a guardare in faccia alcune verità che non vorremmo mai affrontare; come quelle domande, ingenue e in apparenza banali, che ci pongono i bambini, domande a cui non sappiamo rispondere con certezza e ci inducono a farfugliare delle frasi insensate e poco convincenti.

 

Il testo di Filippo Gili (dal quale nel 2014 è stato tratto anche il film omonimo, diretto da Michele Placido) riesce a narrare una storia che ci tocca da vicino, dando materia viva per uno spettacolo teso e coinvolgente, che tiene il pubblico dentro la scena e lo induce a condividere le emozioni dei personaggi.

 

Sul palco un cast fortemente coeso e di grande potenza, composto da Giorgio Colangeli (protagonista di film e fiction di successo e vincitore del David di Donatello nel 2007), Filippo Gili, Michela Martini, Silvia Siravo, Vanessa Scalera. La regia è di Francesco Frangipane, le musiche originali del cantautore e chitarrista Roberto Angelini, per una produzione Argot.

 

Un tavolo al centro, attorno una normale famiglia felice. Una tranquilla cena familiare che si trasforma in tragedia a causa di un inaspettato annuncio. Cinque personaggi che si fronteggiano come pugili su un vero e proprio ring. Un figlio che affonda il primo colpo. Inaspettato. Impensabile. Padre, madre e sorelle che accusano il colpo, un colpo tremendo che va a segno. E barcollano, arrancano, indietreggiano fino all’angolo, cercano di riprendersi e reagiscono, lo attaccano, lo scuotono, ma senza riuscire a colpirlo. Una notte drammatica dove, colpo su colpo, si confrontano/scontrano padre e figlio, madre e figlio, sorelle e fratello in un viaggio ora violento ora tenero nelle mille sfumature della psiche e dell’animo umano.

 

Un finale aperto, con la famiglia scossa ma riunita in attesa della fine, con la speranza della salvezza, che il figlio si dissuada dal gesto estremo, riscaldato dal loro affetto, un attimo “prima di andar via”.

 

La rassegna invernale del Centro Teatrale Meridionale proseguirà sabato 30 Marzo al Teatro Città di Locri con “Euforia”, di e con Barbara Foria, una produzione Viola, per la regia di Claudio Insegno.

 

 

Gioiosa Ionica, 13 Marzo 2019

 

Ufficio stampa

Centro Teatrale Meridionale

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.