Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

SERIE B | IL BRESCIA ESPUGNA IL “MARULLA”: TRE RETI IN RIMONTA PUNISCONO IL COSENZA

49

Padroni di casa in doppio vantaggio al termine del primo tempo. Nella seconda frazione cambia tutto. Gli uomini di Corini mettono in mostra la forza della capolista

Crolla il fortino del San Vito Marulla di Cosenza contro la capolista Brescia. Partita da dr. Jeckyl e Mr Hyde per i ragazzi di Piero Braglia che chiudono la prima frazione di gioco con un doppio vantaggio salvo poi sciupare tutto nel secondo tempo e lasciando alle “rondinelle” bresciane la possibilità di esultare al termine di un incontro che sembrava aver preso tutta un’altra direzione e che le lancia verso la promozione in serie A.

LA PARTITA Da un lato Pietro Perina, portiere rossoblù con alle spalle 6 partite di imbattibilità in casa, dall’altro Alfredo Donnarumma capocannoniere della serie cadetta pronto a scardinare la linea difensiva dei padroni di casa. Le due squadre non si scontravano in riva al Crati da 19 anni, pubblico delle grandi occasioni e sfida sentitissima tra i gradoni del “Marulla” anche in considerazione del gemellaggio degli ultras cosentini con quelli bergamaschi, autentici rivali del Brescia. 4-3-3 speculare per entrambi gli allenatori, ma nei primi minuti di gioco è il Cosenza che dimostra di voler dare un sussulto al match. E dopo un tiro di Tutino deviato in calcio d’angolo da Alfonso, il vantaggio arriva con Bruccini. Il centrocampista cosentino tira dalla distanza e complice qualche deviazione segna il suo terzo goal in serie B lasciando l’estremo difensore bresciano immobile a guardare la palla che finisce in rete. Il Cosenza in vantaggio conquista metro dopo metro, con gli ospiti che non riesce in nessun modo a fermare l’avanzata dei “lupi” rossoblù. Il 2 a 0 è presto confezionato. L’azione si sviluppa sulla fascia sinistra. Legittimo conquista il fondo e calibra un cross perfetto per la testa di Embalo che smarcatosi da Gastaldello impatta e porta i suoi in vantaggio. Prova a reagire il Brescia e si affida ai tentativi dalla distanza che però non hanno nessuno effetto. Braglia deve rinunciare a Luca Palmiero costretto a lasciare il campo per infortunio, un’assenza che si sente, con lui fuori i padroni di casa perdono ritmo a centro campo. Corini striglia i suoi negli spogliatoi e il risultato si vede già all’ottavo della ripresa. Ndoj apre il gioco con l’esterno e serve Sabelli, il centrocampista mette una palla tagliata al centro dell’area di rigore e Spalek la deposita in rete. La partita e riaperta e il Brescia continua a spingere sull’acceleratore. Non basta la difesa a cinque a fermare i bresciani che insistono nell’area di rigore cosentina finché Torregrossa non viene atterrato, l’arbitro fischia il rigore e Donnarumma lo mette a segno siglando la 23esima marcatura in stagione. Il Cosenza prova a reagire giocando di contropiede, la palla migliore capita a Garritano (subentrato ad Embalo) che però la cicca permettendo ad Alfonso di mantenere il risultato inalterato. Goal fumato goal subito. Al terzo dei cinque minuti di recupero, Donnarumma in area difende con il corpo il pallone messo in area da Romagnoli, lo scarica a Bisoli che calcia di potenza e manda in delirio i circa 200 tifosi arrivati da Brescia. Il Cosenza spreca, gli ospiti con caparbietà acciuffano tre punti che hanno il sapore di serie A

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.