Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Serie D | Cittanovese, gli applausi non bastano per decollare

93

La sosta del campionato si rivela ideale per la Cittanovese: sarà l’occasione per analizzare in tutta serenità all’interno dello spogliatoio l’andamento della squadra che nelle ultime 5 partite ha racimolato una sola vittoria e quattro sconfitte – immeritate, a fronte di prestazioni apprezzabili – e trovare le giuste contromisure per adeguare i risultati alla buona qualità del gioco messo in mostra.

Soprattutto, ci sarà l’opportunità di recuperare qualche infortunato in vista del derby casalingo col Locri. Gioia e Barilaro, elementi preziosi nello scacchiere di Zito, sono alle prese con i postumi degli acciacchi riportati nella sfortunata partita di Castrovillari: buone le prospettive di vedere in campo domenica prossima il primo, problematica la condizione di Barilaro che necessiterà di tempi più lunghi per il recupero. Si aggiungano le squalifiche di Trofo e Cianci: il quadro dell’organico comporterà inevitabilmente qualche modifica nell’undici da mandare in campo.

Sosta salutata con favore dal tecnico Zito. «Servirà non solo per recuperare qualche calciatore – evidenzia il mister – ma soprattutto per ricaricare le energie necessarie ad affrontare il rush finale del torneo che richiederà attenzione e predisposizione al sacrificio».

Rimangono 8 i match da disputare, con una posizione in classifica dei giallorossi più che tranquilla, l’obiettivo primario della salvezza è ad un passo, probabile il raggiungimento di un risultato più gratificante. Mai però abbassare la guardia, in un campionato dal tasso di difficoltà decisamente elevato.

«Ci aspettano 8 finali – afferma perentorio il tecnico – per cercare di portare quanti più punti possibile in classifica».

Sull’obiettivo finale, Zito è fermo nel richiamare l’attenzione di tutti alla concretezza, utile per mantenere la squadra al riparo da facili quanto pericolosi eccessi di entusiasmo.

«Vogliamo raggiungere al più presto la salvezza matematica che ci consentirà poi di poter schierare in campo quei giovani che meritano maggiore spazio».

Chiaramente, non sfugge al tecnico la necessità di sottolineare ai suoi le insidie del finale di campionato.

«Non sarà per niente facile disputare le rimanenti partite perché incontreremo avversari agguerriti che tenteranno di tirarsi fuori dalle posizioni pericolose della classifica».

L’ottimismo però non manca, la Cittanovese ha dato prova durante il torneo di potersela giocare contro qualunque avversario.

FLAVIA BRUZZESE (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.