SIDERNO (RC): AVVIO AL LAVORO PER 23 GIOVANI

468

Significativa cerimonia, presso la sala del Consiglio comunale per l’avvio all’impiego annuale di ventitre giovani selezionati nell’ambito del progetto di servizio civile nazionale denominato “Crescere nella Locride”, promosso dall’associazione Civitas Solis in partenariato con i Comuni di Siderno, Sant’Ilario dello Jonio e San Luca. Il progetto, classificatosi ai primi posti della graduatoria di merito effettuata dalla Regione Calabria, e successivamente inserito nel bando nazionale di servizio civile emesso dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si pone l’ obiettivo di mettere a disposizione degli adolescenti e dei giovani che vivono nel territorio della Locride una serie di servizi reali nel settore delle politiche giovanili; servizi basati su una elevata e sperimentata professionalita? di intervento. Ad accogliere i giovani nella sala consiliare nel primo giorno di impiego sono stati la dott.ssa Paola Commisso responsabile del settore servizi alla persona e la dott.ssa Rosanna Lopresti funzionaria dei servizi sociali e referente per il distretto socio sanitario, il direttore di Civitas Solis, Francesco Mollace, unitamente alla responsabile organizzativa dell’associazione Pasqualina Caruso nonchè l’assessore del comune di S.Ilario Jonio, Vincenzo D’agostino. Francesco Mollace, leader di Civitas Solis, si è detto onorato per la qualità dei giovani che sono stati selezionati, che rappresentano la voglia di fare e quel potenziale di capacità spesso inespresso dei giovani della Locride, cui spesso non vengono date opportunità di impiego e sana formazione. Su questa linea anche le funzionarie della città di Siderno, Commisso e Lopresti, le quali hanno anticipato la volontà di costruire in ambito sociale nuove progettazioni atte a dare risposte ai bisogni della comunità locale. Progettazioni che, in prospettiva, possano vedere impiegati anche giovani coinvolti nei progetti di servizio civile realizzati in collaborazione con Civitas Solis. Hanno anche espresso le loro considerazioni i ventitre giovani neo assunti che hanno manifestato entusiasmo per l’opportunità offerta e molta voglia di mettersi in gioco e apprendere. Presenti all’incontro anche Daniela Capogreco, Agnese Fonte, Teresa D’agostino e Luisa Marra, tutors di Civitas Solis che affiancheranno nelle attività i giovani volontari. Questo nuovo contingente di 23 giovani avviati all’impiego grazie al servizio civile, si uniscono ai 19 giovani già impiegati per il tramite della misura “garanzia giovani” in ulteriore progetto di servizio civile. In questo modo salgono a 42 i giovani under ventinove anni che stanno prestando la loro opera in attività socio educative promosse e coordinate da Civitas Solis, affiancando le operatrici e gli operatori a tempo pieno dell’organizzazione e gli esperti coinvolti principalmente in azioni di contrasto alla povertà educativa. Civitas solis è attiva sul territorio da oltre trenta anni ed è quotidianamente impegnata nella promozione di attività educative svolte nei vari centri giovanili gestiti a Locri, San Luca, Sant’Ilario e Platì. Queste attività coinvolgono centinaia di minori. Tra le principali azioni in corso vi sono anche una serie di interventi di contrasto alla dispersione scolastica e al fallimento formativo realizzate in diverse scuole del territorio. L’ente diretto da Francesco Mollace ha, inoltre, da poco realizzato uno scambio internazionale in Spagna, sul tema “giovani e democrazia” e un evento europeo, realizzato nella Locride sui temi dell’integrazione e dell’accoglienza nell’ambito di un progetto denominato “Eu Border communities” sostenuto nel quadro del programma l’Europa per i cittadini.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.